Cerca

Futuro da paura

Ue, allarme disoccupazione
crescerà anche nel 2014

Per la Commissione europea il tasso arriverà al 12%: serve la ripresa della produttività

 "L'aggiustamento nell’occupazione implica una ripresa della produttività mentre l’incremento dei salari rimarrà contenuto, con una conseguente decelerazione dei costi per unità di lavoro intorno all’1%," si legge nel documento della Commissione. 
Ue, allarme disoccupazione
crescerà anche nel 2014

Non c'è nulla di buono all'orizzonte. Peggiorano le stime della Commissione europea sulla disoccupazione in Italia che è ora prevista raggiungere l’11,6% nel 2013 e il 12% nel 2014. Nelle ultime previsioni pubblicate a novembre, la Commissione prevedeva un tasso di disoccupazione in Italia all’11,5% nel 2013 e al 11,8% nel 2014. La stima sulla disoccupazione nel 2012 resta invece immutata al 10,6%.Nel 2013, anche a causa di un’ulteriore contrazione dell’attività economica, il tasso di occupazione è stimato in calo e il tasso di disoccupazione è invece in crescita di un altro punto percentuale," segnala la Commissione nel paragrafo dedicato all’Italia nel documento sulle previsioni economiche.   "L'aggiustamento nell’occupazione implica una ripresa della produttività mentre l’incremento dei salari rimarrà contenuto, con una conseguente decelerazione dei costi per unità di lavoro intorno all’1%," aggiunge il documento della Commissione. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog