Cerca

Il direttore dell'Inps di Napoli ha siglato un accordo con l’Odcec presieduto da Vincenzo Moretta

Napoli, Delfino: “Commercialisti, interlocutori istituzionali”

Napoli, Delfino: “Commercialisti, interlocutori istituzionali”

Da sinistra Vincenzo Moretta e Santo Eugenio Delfino

NAPOLI – “I commercialisti sono interlocutori istituzionali per il nostro Istituto, grazie al loro ruolo con le aziende presenti sul territorio di Napoli e provincia. Con il protocollo sottoscritto oggi l'Ordine favorirà presso professionisti e aziende la diffusione di un sistema che razionalizza e semplifica i rapporti comunicativi con le strutture, realizzeremo iniziative congiunte di formazione e l'Inps si impegnerà a verificare le credenziali dei soggetti abilitati a svolgere attività per evitare il fenomeno dell'abusivismo”. Lo ha detto Santo Eugenio Delfino, direttore dell’Inps di Napoli, a margine della sottoscrizione, avvenuta questa mattina, del protocollo di intesa tra l’Istituto e l'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, presieduto da Vincenzo Moretta.
“I commercialisti hanno il dovere di supportare il sistema delle imprese. Iniziative di questo tipo ci permetteranno di ridurre le distanze tra professionisti, Ordini ed ente pensionistico. Non dimentichiamo – ha evidenziato Moretta – che il primo punto Inps d’Italia presso una sede dell’Ordine dei commercialisti fu inaugurato proprio a Napoli. L’intesa di oggi nasce nell’ambito di una razionalizzazione dei servizi offerti alle imprese, allo scopo di semplificare i rapporti tra l’Inps e le aziende attraverso il ruolo dei commercialisti. Il protocollo permetterà un ruolo più puntuale ed efficiente nell’ambito di una sinergia operativa”.
Mario Michelino, consigliere dell’Odcec di Napoli, ha rimarcato come queste iniziative “rappresentino la continuità di un rapporto proficuo tra commercialisti ed Istituto previdenziale. La sinergia operativa permetterà di rendere più agevoli i contatti con l’Istituto di previdenza”.
“L’importanza dello strumento di comunicazione bidirezionale - ha osservato Antonio Alfè, presidente della Commissione lavoro - e del progressivo passaggio verso un sistema di customer-care che veda l’esclusività della gestione per appuntamento dell’utenza specializzata”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog