Cerca

Qui crolla tutto

Addio Europa, il secondo referendum. La valanga: chi si stacca tra un anno

Addio Europa, il secondo referendum. La valanga: chi si stacca tra un anno

L'effetto domino è iniziato. La valanga inizia ad ingrossarsi. Dopo il Regno Unito e la Brexit, è il momento del secondo Paese che vuole affrancarsi dall'Europa: l'Austria, che da mesi si "scorna" con Bruxelles in primis per le questioni relative all'immigrazione. Dopo la consultazione britannica, infatti, il vicesegretario nazionale dell'Fpo, il partito nazional-liberale, mister Norbert Hofer, ha chiesto ufficialmente il referendum anche per Vienna. Si tratta della prima volta che un leader della destra populista austriaca parla esplicitamente di quella che è già stata ribattezzata Oxit, un'ipotesi sostenuta in un'intervista al quotidiano viennese Osterreich.

Ma non è tutto. Sulla stessa linea sarebbe anche il segretario nazionale dell'Fpo, Heinz Christian Strache: avrebbe cambiato linea nel giro di pochi giorni. Infatti, all'indomani della vittoria del "leave" nel Regno Unito, Strache si era limitato a complimentarsi con i britannici per la "sovranità riconquistata", per poi pronosticare la fine della Ue se non ci sarà a "un profondo e ampio processo di rinnovamento". Nessuna richiesta esplicita, dunque, che invece ora, almeno stando a quanto sostiene la stampa locale, potrebbe arrivare a strettissimo giro di posta.

Il punto è che i leader della destra nazional-liberale austriaca avrebbero già steso una road-map e stabilito i tempi: vorrebbero il referendum entro un anno. Hofer ha dichiarato: "Se l'Ue continua a svilupparsi in maniera distorta allora per me sarebbe giunto il momento di dire: ora si dia la parola ai cittadini austriaci". E ancora: "L'Ue si sviluppa nella forma di una Unione centralizzatrice, anziché ritornare ai suoi valori fondamentali. Se non vengono poste entro un anno le necessarie misure, allora l'intero processo è fortemente compromesso". E, dunque, inizierà l'iter che potrebbe portare al secondo distaccamento da Bruxelles.

Dietro l'accelerazione di Strache, che da euroscettico si sta per trasformare in "eurosecessionista", potrebbero anche esserci ragioni elettorali. Il punto è che sulle elezioni austriache, vinte da Alexander Van der Bellen per poco meno di 31mila voti, pende un ricorso. Nel caso in cui la Corte costituzionale di Vienna si pronunciasse a favore dell'annullamento delle consultazioni, l'Fpo di Hofer potrebbe fare leva sulla possibilità del referendum per vincere le elezioni presidenziali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    02 Luglio 2016 - 08:08

    La parola populismo non e`altro che la voce dell popolo, quindi chi la interpreta come un offesa al popolo non e`altro che un grandissimo idiota. Un Italiano in Germania.

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    29 Giugno 2016 - 11:11

    quando un palazzo diventa fatiscente e mette in pericolo la vita degli inquilini va abbattuto.e si costruisce un nuovo edificio.dove si possa vivere in sicurezza e tranquillità.

    Report

    Rispondi

  • rocc

    29 Giugno 2016 - 10:10

    l'Austria, se vuole,come vuole, uscire dalla Ue dovrà superare molti pesanti ostacoli.Ce la farà? Stavo all'estero quando il liberale Hofer è stato sconfitto nel ballottaggio dai voti per posta, chiaramente manipolati (e BBC e CNN titolarono trionfanti: l'Austria ha respinto l'estrema destra - far-right). Caro Marari non sia ottimista: noi Italiani raccattiamo 4000 risorse AL GIORNO.

    Report

    Rispondi

  • nick2

    28 Giugno 2016 - 20:08

    Poveri banana, innocenti vittime di populisti senza scrupoli. Guardatevi. Avete tutti oltre 70 anni. Credete di scampare in eterno? Che cazzo di autodeterminazione dei popoli volete? L'autodeterminazione degli ospizi forse? L'Italia ė condannata a morte perché non ha giovani. Non c'è scelta: o rimanere senza welfare e pensioni fra 25/20 anni o puntare tutto sull'integrazione di nuovi giovani.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog