Cerca

Effetti collaterali

Previsione nera sull'Europa. I timori (e il piano) di Draghi

Previsione nera sull'Europa. I timori (e il piano) di Draghi

Il presidente della Bce, Mario Draghi, stima che la Brexit possa comportare per il Pil della Ue un calo pari a fino lo 0,5%. È quanto si leggerebbe in un documento del vertice Ue ottenuto da Bloomberg e rilanciato da alcuni blog di finanza. Draghi avrebbe stimato un impatto negativo sulla crescita per i prossimi tre anni e avrebbe espresso preoccupazione per il rischio che l’uscita del Regno Unito dalla Ue inneschi una serie di svalutazioni competitive. Il numero uno dell’Eurotower avrebbe quindi sottolineato la necessità di affrontare le vulnerabilità del sistemo bancario, "non potendoci più permettere" di stare a guardare.

E dall'Ecb Forum on central Banking Draghi auspica un "allineamento globale" delle politiche monetarie. Perché l’economia mondiale "ne può beneficiare". A prescindere dai punti di vista, "quello che è chiaro è che la questione della dimensione internazionale delle politica monetaria sta diventando più pertinente", premette. Quini, "non dobbiamo pensare alla composizione delle politiche solo all'interno della nostra giurisdizione ma alla composizione globale che può massimizzare gli effetti della politica monetaria in modo che i nostri rispettivi mandati possono essere rispettati senza sovraccaricare ulteriormente la politica monetaria e in modo da limitare eventuali ricadute destabilizzanti". Secondo Draghi, non esiste un’alternativa. "Questa non è una
preferenza o una scelta. E ’semplicemente la nuova realtà che abbiamo di fronte".

Draghi pensa all’inflazione. Una implicazione della natura globale della bassa inflazione "è che vi è una responsabilità comune per
affrontare le sue fonti, qualunque siano e ovunque abbiano origine". Più in generale, "l’interesse comune oggi è una chiusura più rapida del global output gap, l’inflazione globale più stabile, una maggiore crescita globale a lungo termine e una maggiore stabilità finanziaria globale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog