Cerca

I conti non tornano

La manovra di Renzi: patrimoniale o tassa di successione

La manovra di Renzi: patrimoniale o tassa di successione

I grillini possono cominciare a preparare i forconi. Luigi Di Maio ha usato un'immagine inquietante e truculenta come l'assalto armato a Palazzo Chigi per punire l'ultima bugia del premier Matteo Renzi: il taglio delle tasse. "Ridurle non è soltanto giusto, ma è anche un fatto di competitività - scriveva ieri su Facebook Renzi -. Da quando siamo al Governo lavoriamo per ridurre le tasse. Lo abbiamo fatto con gli 80 euro, con il JobsAct, con l'Irap costo del lavoro, con Imu e Irap agricola, con Imu e Tasi sulla prima casa, con il super-ammortamento. Continueremo ad abbassare le tasse con la prossima legge di stabilità".

La patrimoniale - Manovra espansiva, come si dice in gergo? Difficile, molto difficile perché al solito, per colpa di un debito e una spesa pubblica che il governo non riesce (o non vuole) arginare, la coperta dei conti è cortissima. Ecco allora come ogni estate tornare in pista un paio di ipotesi da far tremare i polsi ai contribuenti italiani. La prima è la classica patrimoniale, o meglio una serie di modifiche al regime fiscale sui patrimoni, da presentare come un colpo alla "rendita" e liberare risorse per le imprese.

La tassa di successione - L'altra strada è rimettere mano alle tasse di successione, quasi un bancomat per i governi italiani. Anche questa sarebbe benvista dall'Ue (che preme pure per l'aumento dell'Iva): secondo il Giornale la chiave è quella di ridurre la franchigia di un milione di euro sotto la quale oggi gli eredi di primo grado non pagano. A sinistra vorrebbero ridurla a 200mila euro, misura assai impopolare. E visto che all'orizzonte c'è anche il referendum, Renzi è tra due fuochi: salvare i conti o i voti. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • seve

    30 Agosto 2016 - 12:12

    Mah!L'unica manovra strutturale che ha fatto è comprarsi un aereo nuovo per girare il mondo ,il pagliaccetto resta un tragico pagliaccetto ,l'Italia ormai è quasi finita e sfinita. La cricca che lo controlla non molla fino a che si è comprato il paese .Il Popolo Italiano è inesistente . Povera Italia dopo 70 anni di comunisti è ridotta pelle e ossa. Non poteva essere diversamente.

    Report

    Rispondi

  • placidoolivieri

    19 Agosto 2016 - 17:05

    La vera e giusta manovra sarebbe quella che si togliesse dai cogl@@ni.

    Report

    Rispondi

  • Leopard47

    19 Agosto 2016 - 17:05

    Mi fa sorridere e solo malato di annuncite che le tasse sono calate ma non si riesce a capire dove sono calate sono 40anni che ci prendono per il culo dicono che bisogna calarle ma ancora non ce riuscito nessuno e neanche questo BISCHERO ci riuscira, sanno solo aumentare il debito pubblico quello si che galoppa tanto paga poi PANTALONE. Questi sono gli annunci che gli riescono bene.

    Report

    Rispondi

  • vittorioulisse

    19 Agosto 2016 - 16:04

    E questi due coglioni continuano a predicare che si devono ridurre le tasse. Certo che si devono, ma chi e quando lo farà? Non certo loro, che non sanno più dove prendere i soldi per bilanci sempre più a colapaste. Con il debito pubblici in continua ascesa! Con il cappello in mano davanti alla Merkel per chiedere pietà. Che anche lei ormai non ha più tanto da ridere. Tutti allo sfascio ....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog