Cerca

La lite su Premium coi francesi

Mediaset all'attacco di Vivendi: chiesto risarcimento di 50 milioni al mese

Dopo settimane di accuse e contro-accuse, Mediaset ha deciso di passare all'attacco nella vicenda che contrappone il gruppo del biscione alla francese Vivendo di Vincent Bollorè in merito alla cessione di una quota di Mediaset Premium.

Da Cologno Monzese oggi è partita una nota legale che non usa mazzi termini: "In relazione al noto contenzioso che oppone le società Mediaset SpA a Vivendi S.A., Mediaset ha depositato oggi presso il Tribunale di Milano per la notifica a Vivendi l’atto di citazione a tutela dell’effettiva esecuzione del contratto vincolante concluso tra le parti l’8 aprile 2016. La domanda giudiziale è finalizzata a ottenere l’esecuzione coattiva del contratto per ordine del giudice e il risarcimento dei danni sin qui subiti da Mediaset stimati per ora in un importo pari a 50 milioni di Euro per ogni mese di ritardo nell’adempimento da parte di Vivendi a partire dal 25 luglio 2016. Per chiarezza si specifica che l'atto di citazione non riguarda il grave danno complessivo che la risoluzione del contratto non onorato comporterebbe (non inferiore a un miliardo e mezzo di euro) ma l'obbligo di esecuzione del contratto stesso. Il risarcimento richiesto è quindi relativo unicamente al ritardo già fin qui accumulato e ad eventuali ulteriori ritardi prodotti da fantasiose e dilatorie proposte di accordi diversi dal contratto in essere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog