Cerca

Verso la manovra

Il Def, ecco di che morte moriremo. Debito, Pil, tasse: il piano del governo

Pier Carlo Padoan

Il Governo rivede al ribasso le stime di crescita per il 2016 e per il 2017, rispettivamente allo 0,8% e all’1%, contro le precedenti ipotesi dell’1,2% e dell’1,4%. Sono i dati contenuti nella nota di aggiornamento al Def licenziata nella notte dal Consiglio dei ministri e inviata a Bruxelles. Revisioni al ribasso che, a cascata, costringono l’esecutivo a modificare anche le previsioni sui due parametri fondamentali della finanza pubblica: deficit e debito. Il che spinge Roma a tornare a battere alle porte di Bruxelles per ottenere di nuovo flessibilità.

Il rapporto deficit/Pil si attesterà al 2,4% per il 2016, contro il 2,3% che era previsto dal Def di aprile, mentre nel 2017 sarà pari al 2%, contro l’1,8% ipotizzato inizialmente. Di quel 2,4%, ha spiegato il premier Matteo Renzi, 0,4 punti percentuali sono in realtà di carattere eccezionale. "Gli interventi per il sisma sono di default fuori dal patto di stabilità", ha puntualizzato, e inoltre "l’Europa è gravemente in debito con l’Italia sull’immigrazione". Due voci che valgono 0,2 punti percentuali ciascuna.

Il rapporto debito/Pil, invece, sarà pari al 132,8% per il 2016 (stima rivista al rialzo rispetto al 132,4% ipotizzato ad aprile e comunque in aumento rispetto al 132,2% dell’anno scorso). Mentre per il 2017 tornerà al 132,2%, secondo le nuove stime (riviste decisamente al rialzo rispetto al 130,9% ipotizzato ad aprile). Vede il bicchiere mezzo pieno il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan: la crescita, sottolinea, "aumenta sia pure in maniera non soddisfacente". Ma ammette: "La dinamica del debito è ancora insoddisfacente anche se sta andando nella direzione giusta. Il rapporto debito/Pil non scende. Avevo immaginato che sarebbe sceso. Speravo in un po' più di inflazione. Non è arrivata e questo si ripercuote sul debito". Più ottimista il premier, che riassume: "Il deficit va giù, il Pil va su. Via le clausole di salvaguardia, le tasse non aumenteranno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ernesto1943

    28 Settembre 2016 - 14:02

    mi domando come mai una persona di una certa età presumibilmente capace e seria si lascia trasportare come un cagnolino da un falsaro come renzi il Padoan dovrebbe pensare alla sua reputazione che sta andando a farsi benedire.

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    28 Settembre 2016 - 11:11

    Moriremo di fame. e se ci mettessimo sui barconi in africa non ci salverebbe nessuno.

    Report

    Rispondi

  • Delta16

    Delta16

    28 Settembre 2016 - 09:09

    Vedendo la faccia di Padoan credo che il governo sia già morto ma fanno finta di non saperlo.

    Report

    Rispondi

blog