Cerca

Gnam gnam

Roberto Cavalli chiude la sede di Milano e licenzia 200 persone

Moda, Roberto Cavalli  chiude la sede di Milano e licenzia 200 persone

Roberto Cavalli annuncia un piano di riorganizzazione che prevede il taglio di 200 posti di lavoro sui 672 dipendenti complessivi. Dopo la fine della collaborazione con lo stilista Peter Dundas, la casa di moda si rifà il look con una drastico taglio ai dipendenti. Il progetto, si legge in una nota, prevede anche la chiusura della sede e dell'ufficio stile di Milano, con il trasferimento di tutte le funzioni a Firenze.

L'obiettivo del progetto di riorganizzazione, presentato alle rappresentanze sindacali, è di un ritorno alla redditività a livello operativo della società nel 2018. "Dopo la mia iniziale analisi del gruppo, credo che Cavalli abbia tutto ciò che serve per avere successo, ma i costi della società devono essere in linea con i ricavi e questo è l'obiettivo che intendiamo raggiungere", spiega Gian Giacomo Ferraris, amministratore delegato del gruppo Roberto Cavalli.

"L'industria della moda sta attraversando tempi difficili, dettati da una significativa contrazione dei consumi in diversi mercati chiave e da una sostanziale trasformazione delle dinamiche del settore. In questo contesto, solo i marchi iconici, con un modello di business coerente ed un'organizzazione efficiente saranno in grado di sopravvivere", ha concluso il manager.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    13 Ottobre 2016 - 19:07

    In realta' mi sembra di aver sentito dire che Roberto Cavalli ha venduto la maison da tempo e non c'entra piu' niente con la gestione.

    Report

    Rispondi

  • ariete84

    13 Ottobre 2016 - 17:05

    Se si è ridotto il lavoro voi al suo posto che cosa fareste?

    Report

    Rispondi

blog