Cerca

La mazzata

Fitch declassa il rating dell'Italia: BBB+, voto "inconcludente"

L'agenzia internazionale abbassa la valutazione del nostro paese da A-: decisiva la palude post-elezioni

Fitch declassa il rating dell'Italia: BBB+, voto "inconcludente"

L'agenzia Fitch ha tagliato il rating dell'Italia a BBB+ (da A-) con outlook negativo. "Il voto - spiega l'agenzia di rating internazionale - riflette il risultato inconcludente delle elezioni italiane". Dunque più passa il tempo, più Pier Luigi Bersani bussa alla porta di Grillo più la nostra credibilità e soprattutto la solidità economica del Paese potrebbe risentirne. Secondo l'agenzia di rating e' ''improbabile'' che si riesca a formare un governo stabile delle prossime settimane e in ogni caso un esecutivo in queste condizioni ''potrebbe essere piu' lento e meno efficace nel rispondere agli shock''. Fitch sottolinea che il dato sul Pil del quarto trimestre conferma che l'Italia ''e' in profonda recessione''. Dunque alle agenzie di rating non piace il balletto di Bersani e di Grillo. Il segretario del Pd ha le idee troppo confuse e non appare un leader capace di prendere in mano la situazione.

Bersani deve fare presto - Fitch tuttavia rileva come il rating dell'Italia resta a livello di investimento perchè la nostra economia è"relativamente ricca, diversificata e con alto valore aggiunto, con un livello moderato di indebitamento del settore privato". Inoltre, ricorda l'agenzia, "l'Italia ha compiuto progressi concreti negli ultimi due anni grazie al consolidamento fiscale" mentre le misure già adottate "dovrebbero essere sufficienti a ridurre ulteriormente il deficit di bilancio 2013". Inoltre Fitch evidenza come punti di forza i ridotti rischi legati al settore bancario e il sistema pensionistico "sostenibile", oltre alla "flessibilita' e resistenza" mostrata dal debito sovrano italiano. Intanto però siamo stati declassati. E se il governo di "Bersanillo" dovesse prendere piede le cose potrebbero mettersi davvero male. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    15 Marzo 2013 - 11:11

    Ne sono affetti in molti che, purtroppo per noi, occupano posti di potere. L'isterismo è parente prossimo della irrazionalità quindi della stupidità. Normalmente ne sono affetti gli incapaci, i perdenti nati, i frustrati dalla vita, e tutti coloro che hanno raggiunto posizioni che loro non competono. In questi ultimi giorni di esempi ne abbiamo a volontà, dalla politica alla magistratura senza l'imbarazzo della scelta.

    Report

    Rispondi

  • dx

    10 Marzo 2013 - 09:09

    i nisteriosi declassamenti che vanno pari pari alle manovre politiche.

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    09 Marzo 2013 - 15:03

    Potrebbe fare un'intesa con il Pdl se non avesse quest'odio insistente e insostenibile per Berlusconi. Una parte degli Italiani l'ha votato, sono usciti tre schieramenti: gli italiani hanno scelto che lavoriate insieme. Non vogliono a capo ne Pd ne Pdl ne M5S, manca la fiducia quindi guadagnatevela ora altrimenti saranno dolori alle prossime elezioni

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    09 Marzo 2013 - 15:03

    ribellata a chi?mettendosi nelle mani di un comico vero?va be che non ti si possono chiedere eccessivi sforzi mentali in quanto sinistro,ma berlusconi la crisi non lìha mai negata!ha solo detto che da noi la crisi aveva morso di meno che altrove ed era vero! il peggio è venuto col tradimento di fini,che ha azzoppato il governo,col referendum che ha abrogato il ritorno al nucleare,unica occasione al momento di rilancio economico,e le primavere arabe che ci hanno riempito di nullafacenti!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog