Cerca

Mediaset

Pier Silvio in tensione: a rischi l'asta di Serie A e Champions

Pier Silvio in tensione: a rischi l'asta di Serie A e Champions

In una lettera di martedì scorso il gruppo francese Vivendi ha comunicato la cessazione dell'interim management, vale a dire la clausola che congelava per Mediaset Premium la gestione aziendale. Vivendi lascia mano libera al Biscione, dunque, nella gestione della pay tv Premium. La reazione è immediata: "Da un lato un tardivo tentativo di evitare ulteriori danni che non si possono certo cancellare in quanto l' inaccettabile comportamento di Vivendi ha bloccato l' impostazione di un' intera stagione di abbonamenti e calcistica".

Inoltre "il riconoscimento implicito della validità del contratto in essere", perché "invalidare un solo articolo di un contratto, conferma automaticamente che tutti gli altri articoli dell' accordo vincolante già firmato sono validi". Per il Biscione si tratterebbe di un tentativo di Vivendi di mitigare la richiesta danni da 1,5 miliardi dopo il rifiuto di onorare il contratto già firmato per l' acquisizione del 100% di Premium.

Secondo il Giornale il tema è talmente serio che l' asta per i diritti sul calcio potrebbero essere addirittura rinviata. Lo ha dichiarato Luigi De Siervo, numero uno di Infront Italy, advisor della Lega Calcio a margine del forum Sport&Business organizzato a Milano. Non si esclude che l'asta sui diritti di Seria A e quella sui diritti della Champions League siano rinviate in attesa che si risolva il contenzioso in corso.

Mediaset e la capogruppo Fininvest hanno citato in giudizio Vivendi per chiedere l' esecuzione del contratto e i danni con una prima udienza fissata il 21 marzo 2017, proprio in pieno periodo d' asta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog