Cerca

Dopo la morte di mr Esselunga

Esselunga, assalto alla catena di supermercati: spunta la CdP

Bernardo Caprotti

Nelle sue ultime volontà, il fondatore di Esselunga, Bernardo Caprotti, aveva lasciato un messaggio chiaro ai suoi eredi: tutelare l'italianità di uno dei più grandi e importanti gruppi del settore alimentare italiano. Il curatore testamentario, Stefano Tronconi, ha lavorato negli ultimi 22 giorni per mettere a punto tutti i documenti necessari per dare esecuzione alle ultime volontà dell'imprenditore, mentre fuori la porta si sta allungando giorno per giorno la coda di potenziali acquirenti.

Lo scorso 10 ottobre, il Cda della Supermarkets italiani, la holding che controlla il 100% di Esselunga, aveva sospeso l'incarico affidato da Citigroup per valutare tutte le offerte di possibili acquirenti arrivate dai più importanti colossi della distribuzione mondiale. Gli analisti avevano letto quel gesto come uno stop perentorio al passaggio del gruppo in mani straniere, ma le porte non sembrano del tutto chiuse.

Tra i primi comunque a farsi avanti sono stati gli emissari della Cassa depositi e prestiti, secondo quanto riporta Repubblica. Agli eredi è stata illustrata la prospettiva di vendere una parte delle quote nelle loro mani a industriali italiani, intercettati dalla Cassa che avrebbe tutto l'interesse a mantenere italiana un'azienda fondamentale anche per una grande rete di fornitori del settore alimentare nostrano.

Non mancano però le offerte estere che potrebbero tentare la vedova Giuliana Albera e la figlia Marina, proprietarie insieme del 70% delle quote. Caprotti aveva avviato di persona il processo di valorizzazione del gruppo con la ricerca di grandi acquirenti stabili e affidabili. Si erano fatti avanti con offerte non vincolanti già Blackstone e Cvc, altri fondi sarebbero interessati a valutare il dossier. La volontà di Caprotti è stata comunque quella di vendere, per assicurare un futuro soprattutto ai suoi 22 mila dipendenti. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog