Cerca

Bilanci

Caprotti, miracolo dopo la morte: l'ultimo trionfo di Esselunga

Caprotti, miracolo dopo la morte: l'ultimo trionfo di Esselunga

Vendite in crescita a 3,8 miliardi di euro (+4,1% tendenziale), utile netto a 182 milioni (+7,7%) e risultato operativo a 270 (+7,1%). E' il miracolo di Esselunga nei risultati relativi al primo semestre 2016, esaminati dal consiglio di amministrazione. La posizione finanziaria netta è negativa per 99,7 milioni, mentre gli investimenti hanno raggiunto quota 206 milioni.

Lo sviluppo della rete di vendita registrato nel 2015 e nei primi mesi del 2016, si legge in una nota, ha consentito la crescita dei clienti totali (+5,3%), ottenuta anche grazie alla combinazione di contenimento dei prezzi di vendita (con deflazione dell’1,6% a totale vantaggio del cliente) e attività promozionali sviluppate nell'arco del semestre. Da sottolineare che l'inflazione ricevuta dai fornitori è stata pari a 0,7%. L'organico medio ha raggiunto 22.618 persone, con un incremento di 688 unità. Nel maggio 2016, ricorda il gruppo, è stato siglato il contratto di acquisto del ramo d’azienda di Ospitaletto dell’acciaieria Stefana spa, in concordato preventivo, dove è prevista la realizzazione del quarto polo logistico del gruppo. Nel secondo semestre 2016 è stata avviata la produzione centralizzata di pasticceria fresca, con l’assistenza di una nota insegna premiata con le tre stelle Michelin.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    28 Ottobre 2016 - 18:06

    Imprenditore geniale, ma cattivo gestore dei rapporti familiari.

    Report

    Rispondi

blog