Cerca

Bomba internazionale

Terremoto in Borsa, gira una strana voce sulle banche

Terremoto in Borsa, gira una strana voce sulle banche

In Borsa a Piazza Affari vola il titolo Unicredit, sospeso in apertura per eccesso di rialzo, guadagnando fino al 3,4% a 2,36 euro (volume di scambi pari a oltre 21 milioni e 850mila pezzi). Il motivo? Clamoroso: gli addetti ai lavori sospettano che l'andamento del titolo sia influenzato positivamente dalle voci su una possibile aggregazione con il colosso francese Société générale (fino a +1,85%, a Parigi). Unicredit dal canto suo "non commenta" le indiscrezioni sull'interesse di SocGen, definendole "speculazioni di mercato". 

L'ipotesi resta comunque viva, anche perché la creazione di una grande banca di respiro europeo piacerebbe a molti. Sicuramente all'italiano Lorenzo Bini Smaghi, che presiede Société Générale. Nello stesso istituto ha lavorato a lungo l'attuale amministratore delegato di Unicredit, Jean Pierre Mustier. Insomma, un intreccio molto interessante alla vigilia dell'aumento di capitale da 13 miliardi di euro cui secondo l'agenzia Reuters starebbe lavorando proprio Mustier per rafforzare il patrimonio dell'istituto di piazza Gae Aulenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog