Cerca

Strategia tappa buchi

Crolla il gettito dalle sigarette?
Il Fisco stanga quelle elettroniche

Nei primi due mesi l’incasso per lo Stato è calato del 7,6%. Esplode il contrabbando (+300% dal 2009) e le Entrate studiano come tassare i liquidi da ricarica

Crolla il gettito dalle sigarette?
Il Fisco stanga quelle elettroniche

di Antonio Castro

Crolla il gettito delle accise sul tabacco, esplode il fenomeno delle sigarette elettroniche, decolla il contrabbando e il fisco si adegua. O almeno ci prova. Conferme dall’Agenzia delle Entrate non ce ne sono, però è certo che il settore del fumo elettronico rappresenti ormai un business troppo appetibile (e in pieno boom) per evitare l’attenzione del fisco. Tanto più che il “bancomat” di gettito da fumo sembra essersi un po’ esaurito. Stando ai dati diffusi qualche giorno fa dal Dipartimento delle politiche fiscali, nei primi due mesi del 2013, il gettito da tabacco è stato di 1.607 milioni di euro accusando un calo di 132 milioni (-7,6%). tradotto: un punto percentuale di calo del mercato si traduce in circa 130 milioni di mancate entrate per lo Stato (tra Iva e accise). (...)

Come spiega Antonio Castro su Libero di venerdì 19 aprile, per l'Erario crolla il gettito dalle sigarette. Così il Fisco decide di puntare su quelle elettroniche. Nei primi due mesi l'incasso dello Stato sulle "bionde" è calato del 7,6 per cento. In parallelo esplode il contrabbando, salito del 300% dal 2009. Così le Entrate studiano come tassare i liquidi da ricarica delle sigarette elettroniche.

Leggi l'approfondimento di Antonio Castro su Libero di venerdì 19 aprile

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • towal77

    19 Aprile 2013 - 16:04

    Crolla il mercato xchè la gente acquista le sigarette di contrabbando che arrivano (oltre che attraverso altri canali)dai paesi dell'est. Ogni giorno arrivano centinaia di furgoni che trasportano ogni genere di merce( sia in uscita che in entrata) e soprattutto alcool e sigarette . Impossibile che non ci sia alcun controllo in Austria chiudono un occhio ( dietro compenso?) ed in Italia sciambola. Ai vecchietti controllano il libretto di circolazione il bollo e l'assicurazione e questi che trasportano la qualunque non vengono mai fermati. Ed evadono l'inverosimile ma a dirlo non è politically correct .

    Report

    Rispondi

  • Pinkalikoi

    19 Aprile 2013 - 14:02

    Mi permetto di ricordare a chi l'avesse scordato che il nostro più grande statista degli ultimi 150 anni, con ineguagliabile acutezza di pensiero, aveva individuato nell'aumento di accise su tabacchi e scommesse la via maestra per reperire 5 miliardi all'anno in sostituzione dell'IMU sulla prima casa. A conti fatti quasi un raddoppio per i tabacchi, il che avrebbe come unica conseguenza il riesplodere del fenomeno del contrabbando e del lotto clandestino, come facilmente si evince dall'articolo.

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    19 Aprile 2013 - 13:01

    che le sigarette elettroniche fanno male soprattutto al fisco. Hanno messo in campo i dotoroni per convincere la gente a restare sulle sigarette classiche, per alimentare le casse dello stato

    Report

    Rispondi

  • liberoblog

    19 Aprile 2013 - 11:11

    Chi fuma è meglio cominci a fare scorta di fiale di liquido, perché altrimenti verranno salassati dai bastardi che ci governano. Questi sanno che non ce n'è più, hanno mangiato per anni e ora, finito l'abbuffata, si vogliono fregare l'argenteria. L'Italia è fallita, prendiamone atto http://www.lindipendenza.com/manifesto-italia-fallire-colombatto-eusepi/

    Report

    Rispondi

blog