Cerca

Cambia tutto

Bollette luce e gas, addio ai prezzi fissi: ecco come scegliere la tariffa migliore

10 Gennaio 2017

3
Dal 2018 gas e luce come l'operatore telefonico: stop ai prezzi fissi e via al mercato libero delle tariffe

Addio al mercato di luce e gas a maggior tutela: dal 2018 sarà definitivamente disattivato il meccanismo di prezzi fissi, stabiliti dall'Authority, che finora ci ha garantito bollette calmierate del 20-30 per cento. Già quest'anno però potremmo assaggiare, almeno in parte, la novità: da gennaio infatti si potrà testare il nuovo mercato libero grazie a "Tutela Simile", un nuovo sistema che permetterà di avvicinarsi al nuovo sistema del mercato libero delle tariffe.

Secondo La Stampa le offerte in arrivo sono già moltissime, e si teme che questo potrebbe complicare ulteriormente una situazione già abbastanza difficoltosa. "Con il passaggio al mercato libero ci sarà di sicuro un rincaro dei prezzi. - dice Pietro Moretti dell'Aduc - Le regole non vengono rispettate e i consumatori sono indifesi, nel settore è come il far-west".

Gli operatori dell'elettricità ammessi a questo periodo ponte (il 2017) sono circa una trentina, consultabili in un elenco sul sito www.portaletutelasimile.it. Inoltre, per invogliare i consumatori ad abbracciare il nuovo metodo propongono interessanti bonus di benvenuto, in alcuni casi superiori ai 100 euro, che verranno scontati dalla prima bolletta. Attenzione però, nonostante i benefit iniziali è possibile che poi le bollette di gas e luce siano più salate.

"Può essere più sicuro inserirsi in questo mercato semi-calmierato che comunque manterrà alcune garanzie del vecchio mercato a maggior tutela", afferma Moretti. Infatti il Garante con "Tutela Simile" può imporre una forcella di prezzo che le compagnie devono rispettare, ma dal 2018 non sarà più così.

Come scegliere l'operatore dunque? La prima cosa da prima cosa da fare è quella di verificare il prezzo unitario della fornitura energetica e confrontarlo con quello proposto dai vari operatori sul mercato. Un po’ come si fa oggi con le tariffe dei telefonini, dovremo imparare a valutare ogni volta anche le offerte dei vari operatori dell’energia.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antonio1965

    11 Gennaio 2017 - 17:05

    Addio al mercato di luce e gas a maggior tutela: dal 2018 sarà definitivamente disattivato il meccanismo di prezzi fissi, stabiliti dall'Authority, che finora ci ha garantito bollette calmierate del 20-30 per cento. A ME RISULTA CHE NEL MERCATO DI MAGGIOR TUTELA I PREZZI VENGONO AGGIORNATI OGNI TRE MESI . E CHE QUINDI DI CONSEGUENZA NON SONO ASSOLUTAMENTE PREZZI FISSI.

    Report

    Rispondi

  • GianniPinotto

    10 Gennaio 2017 - 09:09

    Sul gas c'è una vera e propria truffa: fanno pagare i metri cubi e non i "normal metri cubi". Qualcuno sa dirmi se posso installare un contatore che misura i normal metri cubi? Francamente, l'AEEG potrebbe fare di meglio.

    Report

    Rispondi

  • Delta16

    Delta16

    10 Gennaio 2017 - 08:08

    Ormai sappiamo bene di doverci fidare poco anche delle sedi "Istituzionali" nello stipulare contratti ora con questa "liberalizzazione" i "furbetti" avranno mano libera e i Cittadini saranno in mano ai soliti "pescecani" visto che lo Stato pare non sia in grado di effettuare controlli seri e capillari, gli esempi già in atto non mancano. Il "caertello" delle compagnie telefoniche insegna.

    Report

    Rispondi

media