Cerca

Testamento violato

Esselunga, la figlia Marina contro la volontà di Bernardo Caprotti: non vuole più vendere il gruppo

24 Gennaio 2017

2
Bernardo Caprotti

Nonostante il periodo non brillantissimo del settore e nonostante la morte di Bernardo Caprotti, Esselunga si appresta a chiudere il bilancio 2016 con risultati da record. In particolare i ricavi (rispetto ai 7,3 miliardi del 2015) e gli utili. Ed in questo contesto molto positivo, come riporta Repubblica, Marina Caprotti, erede universale insieme alla madre del 70% di Supermarket Italiani, avrebbe cambiato idea, decidendo di proseguire l'attività di famiglia col marito, Francesco Moncada. Insomma, la figlia vorrebbe "trasgredire" a quanto chiesto dal padre, che come è noto voleva cedere il gruppo, così come scritto nel testamento, per dargli un respiro internazionale. La figlia Marina sarebbe intenzionata a proseguire nel suo lavoro in Esselunga con l'ad Carlo Salza e Germana Chiodi, la storica segretaria diventata milionaria grazie ai lasciti di Caprotti.

Una vera e propria ribellione all'ordine di papà, che nel testamento, come detto, era stato chiarissimo: "Ho preso una decisione di fondo per il bene di tutti, in primis delle decine di migliaia di persone i cui destini dipendono da noi". La decisione era vendere, appunto, tanto che Caprotti scriveva nel testamento che in Esselunga "la famiglia non ci sarà. È troppo pesante condurla, pesantissimo possederla", quell'impresa. La richiesta esplicita era di vendere a un gruppo straniero, senza mai ovviamente vendere alle Coop. Infatti nei mesi scorsi tutti i colossi esteri avrebbero bussato alla porta di Esselunga, per acquisirla, ma la risposta è stata picche. Già, Marina avrebbe deciso di continuare. Sarebbero pronti a vendere solo i figli Giuseppe e Violetta, che hanno ereditato il 15% del gruppo ciascuno, ma nessuno vorrebbe una quota di minoranza.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Massimo Simon

    25 Gennaio 2017 - 16:04

    Roberto Caroli un coglione che fa commenti da COGLIONE

    Report

    Rispondi

  • lucatramil

    25 Gennaio 2017 - 11:11

    meglio che ai francesi o ai tedeschi

    Report

    Rispondi

media