Cerca

Affari di famiglia

Fininvest, Marina Berlusconi avvia la spending review

1
Fininvest, Marina Berlusconi avvia la spending review

Finita l'era di Silvio, inizia quella di Marina. Un'era all'insegna della spending review. Basta sprechi, basta lusso, basta soldi buttati in calcio e yacht ai Caraibi. Fininvest si concentrerà sugli affari storici più redditizi. Con un solo punto interrogativo: Mediaset che ha un rosso da 300 milioni aperto nei conti dalla guerra con Vivendi.

Riporta Repubblica in un retroscena che la scure della primogenita di Berlusconi si è abbattuta su golf e residenze di papà. E i quasi 700 milioni di liquidità possono diventare un tesoretto per difendere Pier Silvio dall'assalto di Vincent Bollorè (definito da Marina "un cannibale della finanza") oppure per garantire dividendi a Barbara, Eleonora e Luigi.

I tagli di Marina non risparmiano nessuno e l'addio al Milan è solo l'ultima pagina. Perché la Berlusconi ha già liquidato il Morning Glory, trialberi a vela da 48 metri battente bandiera delle Bermuda, venduto un jet e pensionato un altro. All’asta sono finiti il golf di Tolcinasco e un paio di cinema a reddito zero. Villa Gernetto è stata declassata a bene in vendita dove si fanno solo "investimenti per il consolidamento statico". Ma oltre ai tagli ci sono gli investimenti. Innanzitutto arrotondando la quota in Mondadori, spendendo 150 milioni per salire al 39% di Mediaset e arginare Bolloré e puntando nel mattone sull'Immobiliare Leonardo.

Il vero problema di Marina ora è che Mediaset, regno del fratello Pier Silvio diventi un "ramo secco". Lui un anno fa pareva essere riuscito a cedere Premium a Vivendi a caro prezzo. Ora sta vivendo un incubo. Il loro voltafaccia ha cambiato tutte le carte in tavola. E il Cav? Per lui non ci sono tagli. Anzi, pare che per la sua villa in Costa Smeralda abbia chiesto al Comune di Olbia il permesso di costruire una "struttura amovibile in legno per attività ludica"...

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Runasimi

    Runasimi

    22 Aprile 2017 - 00:12

    La famiglia Berlusconi è una forza del nostro paese. Le loro attività producono benessere per i cittadini. Diciamo che rappresentano la testa ragionante contro un culo fatto di comunisti che sa solo scorreggiare.

    Report

    Rispondi

media