Cerca

L'attacco

Inps, Boeri vuole bloccare le pensioni d'oro dei sindacalisti: Poletti non fa partire la circolare

23
Inps, Boeri vuole bloccare le pensioni d'oro dei sindacalisti: Poletti non fa partire la circolare

Più la poltrona dal presidente dell'Inps traballa e più Tito Boeri rincara la dose dei suoi attacchi. L'ultimo bersaglio colpito è stato il mondo blindato dei sindacati e quella grande vergogna delle pensioni d'oro riservate ai lavoratori in aspettativa sindacale. Da tempo Boeri avrebbe redatto il testo di una circolare - che dovrebbe diffondere il ministero del Lavoro - con la quale bloccare per sempre i privilegi che gonfiano gli assegni dei sindacalisti diretti alla pensione. Con non poca stizza, il ministro Giuliano Poletti gli ha risposto che quella circolare è al vaglio dell'ufficio legislativo.

Per Boeri l'attacco ai sindacati potrebbe diventare letale. Già sulla sua testa da tempo pende la riforma della governance dell'istituto di previdenza, dopo la quale i suoi detrattori sono sicuri che sarà costretto a fare i bagagli. Il problema delle pensioni d'oro tra quelli che una volta difendevano i lavoratori è ben noto a tutti. Per prassi, riporta il Giorno, le organizzazioni sindacali versano contributi aggiuntivi, rispetto a quelli figurativi, a favore di chi è in aspettativa o sono in distacco sindacale e hanno finito la loro carriera. In questo modo l'importo della pensione si gonfia più o meno del 27% in più rispetto a qualsiasi altro normale lavoratore.

Boeri nello stesso giorno si è preso anche la briga di attaccare il presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano, e la deputata del Pd maria Luisa Gnecchi, colpevoli di aver preteso trasparenza nei dati, per esempio sulle stime che non corrispondono alla realtà per la salvaguardia degli esodati. Secondo Boeri però è tutta una macchinazione per "volta sistematicamente a gettare discredito sull'Istituto che gestisce la protezione sociale in Italia e sulle statistiche che produce. Se così fgosse sarebbe un gioco pericoloso". Vero, ma nell'immediato chi sembra più a rischio di perdere il posto sembra proprio Boeri.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • robertopn

    05 Maggio 2017 - 08:08

    Medici.......... fatti curare

    Report

    Rispondi

  • Antghi

    04 Maggio 2017 - 22:10

    I sindacalisti dovrebbero dare l'esempio evitando ingiusti benefici

    Report

    Rispondi

  • Antghi

    04 Maggio 2017 - 22:10

    Da che mondo e mondo chi ha il potere (o vive vicino a chi ce l'ha) ha sempre lucrato e cercato di migliorare la propria posizione sociale. Inutile meravigliarsi adesso. Tutti sapevano dei benefit maggiori che ricevevano i sindacalisti e tutti ha lasciato fare. Meditate gente

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media