Cerca

La lezioncina

Il ministro tedesco Schauble: "L'Italia può crescere solo con le riforme, temo l'instabilità politica italiana"

13
Il ministro tedesco Schauble: "L'Italia può crescere solo con le riforme, temo l'instabilità politica italiana"

A sentirlo parlare ora, il ministro delle finanze tedesco Wolfang Schauble non sembra più il falco spietato degli ultimi anni, almeno stando alle sue posizioni rigidissime sui bilanci in affanno dei Paesi mediterranei. La vittoria di Emmanuel Macron all'Eliseo e quella di Matteo Renzi alla segreteria del Pd all'improvviso hanno fatto riscoprire al ministro di Berlino due alleati, quasi due amiconi di vecchia data, come si evince dall'intervista a Repubblica. Con loro Schauble si dice d'accordo su tutte le critiche verso le regole dell'Unione europea, peccato però che non perda poi il vecchio vizio di impartire lezioni ai governi altrui su quel che si deve fare.

Non è esente dai suoi strali l'Italia. Nonostante le proteste di Berlino, e dei Paesi del Nord Europa, per le concessioni sulla flessibilità fatte al governo italiano: "Non ho mai criticato la Commissione Ue per questo - ha detto senza remore Schauble - Lo chieda al ministro Padoan. E trovo che il patto conceda abbastanza margini di flessibilità". Non resiste però alla tentazione di sferrare una bacchettata: "Se i debiti creassero crescita, la Germania dovrebbe crescere di meno. E invece. Non si può dare sempre la colpa agli altri".

Intanto Paesi indebitati come la Spagna registrano nuove crescite, Schauble si è dato una spiegazione che suona da lezioncina all'Italia: "La Spagna ha fatto soprattutto le riforme. A proposito: anche l'Italia ha fatto molte riforme. Ma ormai devo stare attento quando elogio il suo Paese. Quando l'ho fatto prima del referendum dello scorso dicembre la reazione dei media italiani non è stata gradevole. Ho grande rispetto per il lavoro che sta facendo Gentiloni. Spero non lo danneggi".

Schauble non risparmia qualche elogio anche per Renzi, parole potrebbero non piacere al segretario Pd così impegnato negli ultimi tempi a tenersi a debita distanza con le posizioni dei tecnocrati europeisti: "Io penso che il percorso di riforme di Renzi, quando era presidente del Consiglio, sia stato giusto. Adesso temo che l'Italia soffra della fase attuale di incertezza politica. Spero sia rapidamente superata". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    capitanuncino

    12 Maggio 2017 - 05:05

    In che merdaio siamo andati a finire......Era meglio se ce ne fossimo stati fuori.

    Report

    Rispondi

  • masettir

    masettir

    12 Maggio 2017 - 03:03

    che errore puntare sulla banda del CIAONE, sta arrivando il rinculo, causa effetto, ne vedremo delle belle in Italia, e De Benedetti restituirà finalmente il dovuto a MPS, auguri !

    Report

    Rispondi

  • ohmohm

    ohmohm

    11 Maggio 2017 - 21:09

    Ma avete visto il ghigno? Non dico a chi assomiglia perchè verrei censurato!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media