Cerca

Eurolandia, Pil crolla a -2,5%

Peggiore da nascita euro

Eurolandia, Pil crolla a -2,5%
 Il calo più pesante da quando esiste la zona euro. In Eurolandia il Prodotto interno lordo è sceso nei primi tre mesi dell’anno del 2,5% rispetto all’anno scorso. Il dato è stato comunicato da Eurostat che ha fornito anche il dettaglio: chi è messo peggio di tutti è la Germania con un – 3,8%, l’Italia è a – 2,4%, mentre marcia meglio la Francia a -1,2%. Nel complesso, dice l’Eurostat, nell’Ue a 27 il calo è stato del 2,4%, dato che scende a 1,9% se si calcola anche il Regno Unito.

La situazione non migliora se si considera la variazione del Pil sull’anno: nel primo trimestre nell’eurozona è crollato registrando una variazione negativa di 4,8 punti percentuali, 4,5 nell’Ue a 27. Anche in questo caso quelli che soffrono di più della crisi sono i tedeschi, -6,9%, seguiti a ruota dall’Italia, -5,9%. A pesare di più sulla recessione della zona euro nei primi tre mesi dell'anno - sottolinea Eurostat - un calo dello 0,5% nella spesa delle famiglie per i consumi, ma sopratutto un calo del 4,2% degli investimenti, dell'8,1% dell'export e del 7,2% delle importazioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog