Cerca

Coperta corta

Per pagarsi l'Imu Comuni costretti
a rubare soldi alle imprese

Amministrazioni esentate dal pagamento della tassa sugli immobili di loro proprietà. Ma per riparare al "buco", tolti 400 milioni dai fondi per pagare i debiti della pubblica amministrazione

Per pagarsi l'Imu Comuni costretti
a rubare soldi alle imprese

I comuni italiani hanno avuto lo sconto: non dovranno pagare più l’Imu sui capannoni e i fabbricati produttivi inseriti alla categoria catastale D. Avevano chiesto la grazia al governo, e l’hanno ottenuta ieri grazie a un emendamento dei relatori al decreto legge sui crediti delle imprese nei confronti della pubblica amministrazione, votato dall’aula del Senato insieme all’intero provvedimento. In effetti Mario Monti era assalito da una tale furia tassatrice da avere messo imposte perfino a un pezzo di se stesso: lo Stato che tassa la proprietà dei comuni era misura che sfiorava il ridicolo. Fatto il guaio, per riparare sono riusciti a fare peggio: togliendo 400 milioni al fondo per il pagamento dei crediti delle imprese nei confronti della pubblica amministrazione. La cifra non sarà enorme, ma è segno di pura follia.

Leggi l'approfondimento di Franco Bechis
su Libero 
in edicola mercoledì 5 giugno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • highlander5649

    05 Giugno 2013 - 13:01

    nè applaudito nè contestato nè fischiato va *SOLO* decapitato e stop.

    Report

    Rispondi

blog