Cerca

La graduatoria

I paradisi terrestri del lavoro:
la felicità si trova in Australia

La ricerca di Escp Europe su impieghi e qualità della vita: gli Usa ancora in testa per le opportunità, ma nella terra dei canguri si vive meglio

I paradisi terrestri del lavoro:
la felicità si trova in Australia

Una ricerca pubblicata da Escp Europe, in cui vengono analizzate le dinamiche delle migrazioni legate al lavoro, mette in luce quali sono i "paradisi terrestri" per i lavoratori. Lo studio è stato condotto su un campione di 2mila persone altamente specializzati residenti in 90 paesi diversi (si tratta di imprenditori, senior manager e lavoratori autonomi). Il risultato parla chiaro: nonostante la crisi, gli Stati Uniti restano la vera e propria terra promessa. 

Vita australe - Gli Usa restano la prima economia mondiale, e sono un polo di attrazione per tutti i settori analizzati (finanziario, scientifico, tecnologico, minerario e legale). Di fatto, sotto alla bandiera stella e striscie, continuano a crescere opportunità in tutti i settori. Al secondo posto l'Inghilterra, secondo polo tecnologico mondiale dopo gli Stati Uniti. La terza piazza va all'Australia, dove si può lavorare in settori ad altissima specializzazione e dove la qualità della vita è migliore rispetto agli altri Stati (è questo il fattore che fa schizzare così in alto la terra dei canguro).

Richiamo orientale - Ma dietro i "big three" anglofoni cresce l'onda orientale. La realtà emergente, al quarto posto, è Singapore, che viene ritenuto il luogo che nel futuro detterà la linea in ambito scientifico e biomedicale. Segue Hong Kong, quinta piazza. Ci sono poi delle sorprese: per esempio davanti alla Germania (nono posto), troviamo gli Emirati Arabi, dove non si pagano le tasse e dove i lavoratori migranti sempre più spesso decidono di restare per l'alto livello della qualità della vita, un fattore decisivo ai fini della ricerca dell'Escp.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Stefano Grillo

    02 Dicembre 2013 - 13:01

    L'australia ha un basso tasso di disoccupazione e si guadagna molto. Per contro il costo della vita è molto alto. Ci sono altri paesi dove si guadagna come e di più rispetto all'Australia, ma il costo della vita è molto più basso. Consiglio di guardare con attenzione la mappa mondiale degli stipendi che ho trovato su questo articolo: http://www.voglioviverecosi.com/index.php?trovare-lavoro-all-estero-lavorare-all-estero_1295/quali-sono-i-paesi-stati-nazioni-dove-si-guadagna-di-pi-_1558/ Buona ricerca. Stefano

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    15 Ottobre 2013 - 17:05

    in australia certo che ti controllano non e come qui in italia che entrano tutti senza controlli basta guardare nelle nostre prigioni il 47 per cento sono estra comunitari che dobbiamo mantenere io direi l australia e come l ighilterra ma col sole tu dici etnia anglosassone si ti posso dire che e molto meglio di certe altre etnie un cosa negativa che e troppo lontana dalla nostra bella italiA

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    11 Luglio 2013 - 15:03

    Ma se per entrare in Australia devi dichiarare alla dogana anche quanti peli hai sul culo,altrimenti non esci dall'aeroporto...E poi,è un Paese pieno di serpenti,coccodrilli e altri animali pericolosi...deserto,e per chiudere in bellezza,l'etnia dominante anglosassone che è la piu' stronza dell'Universo !

    Report

    Rispondi

  • piero1939

    09 Giugno 2013 - 17:05

    non è che si viva meglio c'e' più lavoro e ti adatti di più perché nessuno ti conosce. se vali emergi e se non vali nessuno ti da niente. non dite cazzate gratuitamente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog