Cerca

Il testo varato in Cdm

Il decreto semplificazione:
ecco che cosa cambia

Letta senza un euro prova a tagliare la burocrazia: tutte le novità

Enrico Letta

Enrico Letta visto da Benny

Pratiche auto  veloci e  con sms,  tutor d’impresa antiburocrazia, permessi per costruire più veloci. E ancora: oblbigo di utilizzo dei fondi europei e  maxicervellone per far dialogare la Pa più rapidamente. Accertamenti fiscali snelliti e Niente dichiarazioni per eredità fino a 75 mila euro. Pure 280 milioni di euro per coprire un po’ di buchi della sanità (in particolare Puglia e Piemonte). Il Governo di Enrico Letta batte un altro colpo e dopo il decreto del fare approvato sabato, mette in pista il pacchetto sulle semplificazioni. Di «manovra a costo zero» ha parlato il ministro per la Pubblica amministrazione, Giampiero D’Alia. Ecco una mappa delle misure varate che comprendono  anche deleghe all’Esecutivo. 

Fisco, accertamenti semplificati.  Verifiche più snelle per gli 007 delle Entrate. «Le semplificazioni sul cambio di residenza e sulle relative dichiarazioni che vanno insieme alle tasse sui rifiuti consentiranno  di poter perseguire meglio l'evasione fiscale, con accertamenti  rapidi» ha spiegato D’Alia. Sempre in campo  fiscale, sparisce la dichiarazione per le eredità fino a 75mila euro. Arrivano, poi,  agevolazioni per i professionisti (sulle spese per gli omaggi e per  quelle relative a vitto e alloggio);  scatta il turbo sugli interessi legati ai crediti di imposta; allineate sponsorizzazioni e pubblicità    per le detrazioni Iva.

Costruire, più veloce il permesso.  Si semplifica la vita delle imprese di costruzione. A esempio «sono realizzabili con e segnalazione certificata di inizio attività le varianti a permessi di costruire che non configurino una variazione essenziale e che siano conformi alle  norme urbanistiche».  

Il tutor d’impresa. Per migliorare i servizi amministrativi alle imprese e assicurare l'efficienza dell' attività amministrativa, il tutor assisterà le aziende dall'avvio altermine dei procedimenti. 

Auto, un sms per i passaggi di proprietà. Meno carta per la “vita” delle autovetture e dei proprietari. Semplificate le procedure per perdite di pesossesso, furto, cambi di residenza. E «ogni variazione riguardante la proprietà del veicolo verrà immediatamente e gratuitamente comunicata dal Pra all'interessato con e-mail o sms».

Sprint ai fondi Ue. Tutte le amministrazioni saranno tenute a dare precedenza ai procedimenti, provvedimenti ed atti delle attività connesse all'utilizzazione dei fondi strutturali europei, compresi quelli per  sviluppo rurale e pesca. 

Maxicervellone per la Pa. Una delle deleghe prevede che il Governo adotti un regolamento «per il riordino della disciplina concernente la rilevazione di informazioni e la trasmissione di dati e comunicazioni a carico dei comuni verso altre pa, autorità e istituzioni di controllo». 

Laurea, certificato in inglese.  Le certificazioni relative ai titoli di studio e agli esami sono rilasciate su richiesta dell'interessato, anche in lingua inglese.

Conto corrente per i beni culturali.  I funzionari dei Beni culturali potranno accendere conti correnti per la raccolta presso il pubblico di contributi destinati a specifiche iniziative di tutela dei beni culturali o paesaggistici.

di Francesco De Dominicis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Devogu

    21 Giugno 2013 - 20:08

    Ma c'è ancora qualcuno che ci crede? Sarà il pretesto per aumentare le complicazioni, la burocrazia e le spese.

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    20 Giugno 2013 - 20:08

    la crosta burocratica che avvolge tutta l'econimia in edilizia non hanno tolto il vincolo di corresponsabilità tra appaltatore e subappaltatatore da quando in qua si è responsabili dei conti di ditte altrui? di mancati versamenti e amenità varie? solo un genio come monti poteva arrivare a tanto. alora se la mettono così TUTTI i politici SONO CORRESPONSABILI DEL DEGRADO ECONOMICO E MORALE DEGLI ULTIMI 40 ANNI QUESTA E' RESPONSABILITA' SOLIDALE TUTTI HAN CONTRIBUITO ALLO SFASCIO ED ADESSO DEVONO RIMEDIARE E RISARCIRE I DANNI (VEDI LE NUMEROSE OPERE PUBBLICHE INCOMPIUTE ED ABBANDONATE NEI CAMPI. l'impresa che subappalta ii lavori è solo responsabile della qualità dei lavori eseguiti dall'affidatario non per i salari da dare agli operai e le ritenute: DEMENZIALE!

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    20 Giugno 2013 - 20:08

    insipido incondito maccherone nel piatto di uno quasi morto per fame.. ci vuole il machete a tagliare le gomene che intralciano l'economia altro lacciuoli l'edilizia aD ESEMPIO A CHE SERVE IL FAMIGERATO DURC? è un'arma a doppio taglio serve per fare entrate sul cantiere genete in regola ma non gli operai in nero. quelli che vanno con i tesserini di operai regolari mntre q

    Report

    Rispondi

  • acstar

    20 Giugno 2013 - 17:05

    Ok, si sono "mossi"....! Ma solo mossi ! Ci vuole il dimezzamento dei dipendenti pubblici e il tetto a 3000 euro massimo per qualsiasi pensione tagliando completamente le "doppie" e "triple" ! Una sola per tutti ! Tanto, a quell'età, alla sera prendono solamente...."caffelatte" tutti ! Inoltre ci vorrebbe un bell'esame a tutte le "gare pubbliche" indette da 5 anni a questa parte ! Sai che ridere ! Altro che escort.....! Tutte le gare proposte nell'attualità, dovrebbero poi essere controllate PRIMA dell'inizio dei lavori ! le "consulenze" poi non devono più esistere : hanno tutti dipendenti laureati : e cosa ne fanno ?

    Report

    Rispondi

blog