Cerca

Caccia alle coperture

Imu, l'idea del governo: salvare 4 case su 5

L'ipotesi "rimodulazione": aumentare le detrazioni fiscali a 600 euro e "graziare" l'85% dei proprietari. Sull'Iva si tratta

Imu, l'idea del governo: salvare 4 case su 5

La parola d'ordine, per l'Imu, è "rimodulazione". Parola ormai abusata (la usò il premier Enrico Letta, appena insediato) ma decisamente d'attualità, perché su questa base Pd e Pdl potrebbero trovare un punto d'intesa. Almeno questa è la speranza del governo e del ministrod ell'Economia Fabrizio Saccomanni, che su Twitter giovedì, dopo la sua conferenza stampa, scriveva: "Apertura, confronto, collaborazione: un nuovo metodo di lavoro". E su cosa dovrebbero collaborare le due anime della maggioranza? Non sull'abolizione della tassa sulla casa, appunto, ma sulla sua modifica.

Come può cambiare l'Imu - Secondo il piano dell'esecutivo, che cerca di avvicinarsi il più possibile all'abolizione richiesta dal Pdl, l'85% dei proprietari di prima casa verrebbero esentati dal pagamento dell'Imu: tradotto, sarebbero "salve" 4 case su 5, aumentando da 200 a 600 euro la detrazione. C'è poi la questione acconto di giugno, che potrebbe venire cancellato e non più solo congelato. La seconda rata, allo stesso modo, potrebbe essere congelata e arrivare infine all'1 gennaio 2014, anno della riforma vera e propria.

Come può cambiare l'Iva - In ballo ci sono 4 miliardi di euro all'anno, cui si aggiungono i 2 per l'Iva. L'imposta sul valore aggiunto è l'altro nodo economico dell'esecutivo. La prima ipotesi, che non piace al Pdl, è il rinvio fino a ottobre anche grazie all'aumento degli acconti Irpef, Ires e Irap. L'altra strada è il rinvio fino all'1 gennaio 2014, solo a patto di trovare 1 miliardo attraverso i tagli lineari ai ministeri. Ipotesi, questa, che piace meno al governo, ça va sans dire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giamai

    19 Luglio 2013 - 14:02

    Ci era stato detto in campagna elettorale via l'IMU. Ora sia Berlusconi, sia il pensante Brunetta si rimangiano tutto. Rimodulazione, ma cari Signori pensate che siamo carne da macello e non pensante. Questa tassa è un'ingiustizia. La prima casa non produce reddito. Si pagherà quando e se la si vende.Questo è lo stato liberale. Cari Berlusconi e compagnia, i nostri voti (sempre di meno)non li vedrete più. Voi non sapete cosa vuol dire esser liberali. Invece di cambiare nome al partito fai più fatti e meno parole. P.S. l'articolo sul Giornale: via IMU...è solo pubblicità ed in contrasto con quanto poi scritto.....Auguri ne avete bisogno

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    19 Luglio 2013 - 14:02

    Ma non capisce niente. Tanto per chiarezza: la mia casa è stata accatastata adesso perché è stata costruita adesso, ma una casa analoga, 20 anni fa, avrebbe avuto un trattamento di favore rispetto ad oggi. Confermo il mio pensiero secondo il quale verrebbero punite le persone più intraprendenti, che magari hanno lavorato 16 ore al giorno, che hanno rischiato sulla propria pelle i propri soldi ed il proprio futuro e che si sono fatti quattro spiccioli in più. Costoro, anziché castigati dal fisco e dalla incommensurabile stupidità dei SINISTRI BUFFONI, dovrebbero essere premiati. Gli imbecilli - e l'Italia va male perché ce ne sono troppi ed è loro permesso di agire e di parlare - invece vogliono far piangere i ricchi ed anche i benestanti, aumentando le tasse e facendo loro pagare l'IMU sulla prima casa che si sono costruiti grazie alla loro intelligenza e sacrifici. L'economia invece insegna il contrario: bisogna tassare i poveri e detassare i ricchi, che danno il lavoro agli altri.

    Report

    Rispondi

  • Cosean

    19 Luglio 2013 - 14:02

    Quando siamo entrati nell'euro e risparmiavamo 70-80 Miliardi l'anno, perche non hai compreso che c'era chi li spendeva zitto zitto facendo promesse per creare consenso? Dimmi una cosa! Chi hai votato in questi anni?

    Report

    Rispondi

  • Zizzigo

    19 Luglio 2013 - 12:12

    Incapaci di comprendere quale sia la reale sitazione delle proprietà immobiliari finiranno per costruire un'altra enorme ingiustizia a carico di qualche povero diavolo! Gli è impossibile capire che è imperativo diminuire la spesa e non cercare risorse in altre tasse!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog