Cerca

Le aziende di Silvio

Dopo la sentenza partenza in rosso per Mediaset

Il titolo in apertura di Piazza Affari parte con un -4,10%

Dopo la sentenza partenza in rosso per Mediaset

Partenza in rosso per Mediaset dopo la condanna definitiva di Silvio Berlusconi da parte della Cassazione. Il titolo ha registrato un -4,10% (3,23 euro) in apertura di contrattazioni a piazza Affari. Il titolo del gruppo televisivo ieri sera nell'after hour è arrivato a perdere il 3,5%, chiudendo poi le contrattazioni serali a - 2,91% dopo aver chiuso alle 17,30 i normali scambi in rialzo del 2,50%. Per il titolo, che ieri ha diffuso i conti della semestrale a mercati chiusi, gli scambi in avvio sono intensi: quasi 1,9 milioni i pezzi passati di mano in pochi minuti. In territorio negativo anche Mediolanum -1,04% a 5,685 euro e Mondadori a 0,977 euro (-2,50%).  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • puntocomando

    02 Agosto 2013 - 15:03

    io con la borsa ci ho fatto una caterba di soldi con il titolo mediaset,"giocando" solamente sul titolo al rialzo prima della sentenza e al ribasso dopo la sentenza,voi pensate che berlusconi sia uno sprovveduto,ma andate a dar via le ciap,anzi sapete cosa vi dico adesso che lo hanno condannato,le sue società non verranno più controllate per un tot di anni,hai voglia te,meditate coglioni forcaioli meditate.

    Report

    Rispondi

  • mariannadescalzi

    02 Agosto 2013 - 15:03

    già che ci sei vacci anche tu on lui; l'Italia avrà tutto da guadagnare con due fetenti in meno

    Report

    Rispondi

  • er sola

    02 Agosto 2013 - 14:02

    Chiudi Mediaset, prendi i tuoi figli, nipoti senza l'ex moglie e vai a palle all'aria in qualche posto incantevole del mondo, lontano da questo paese che non ti merita. Lascia migliaia di famiglie sul lastrico e che vadano a mangiare alle feste dell'unità o alla caritas insieme ai rom e agli extracomunitari, così tanto amati dalla sinistra. Questa gente non è degna di lavorare per le tue aziende.

    Report

    Rispondi

  • manuelebonbon

    02 Agosto 2013 - 13:01

    e TOTALE :D

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog