Cerca

Partnership vantaggiosa

Microsoft acquista i cellulari Nokia
per 5 miliardi e mezzo di euro

L'intesa diventerà operativa dal primo trimestre 2014. L'ad del gruppo di Redmond assicura: "E' un passo nel futuro"

Nokia-Microsoft

Nokia-Microsoft

Accordo da 5,44 miliardi di euro per Microsoft, che ha concluso la trattativa per acquisire le attività legate alla telefonia mobile della Nokia, compreso il marchio Lumia. La notizia è stata data dai due gruppi in una nota, in cui si è annunciato che l'intesa diventerà operativa a partire dal primo trimestre del 2014, dopo il via libera degli azionisti di Nokia e delle autorità di regolamentazione. Il colosso di Redmond rileverà le attività "devices e service" della società finlandese, nonché la licenza per i brevetti della nota telefonia mobile e l'uso dei servizi mappe. E' previsto inoltre che 32.000 dipendenti Nokia passino a Microsoft, compresi i 4.700 che attualmente lavorano in Finlandia e i 18.300 che si occupano della produzione manifatturiera, dell'assemblaggio e del packaging. Anche l'attuale ad di Nokia, il canadese Stephen Elop, tornerà a lavorare per la grande azienda americana ed è il primo candidato in lizza per succedere a Steve Ballmer, che lascerà la guida del gruppo di Redmond entro i prossimi dodici mesi.

Il gemellaggio - "E' un passo nel futuro, vantaggioso per i dipendenti, gli azionisti e i clienti di ambedue le società", ha assicurato l'amministratore delegato di Microsoft, Ballmer, spiegando che "oltre all'innovazione e alla forza nei telefoni, Nokia porta con sé una dimostrata capacità e talento in aree cruciali quali il design dell'hardware, il management della manifattura e degli approvvigionamenti, le vendite di hardware, il marketing e la distribuzione". A favorire l'incorporazione della struttura Nokia in Microsoft sarà la consolidata partnership tra i due gruppi. "Le attività che si prevede saranno trasferite a Microsoft hanno generato 14,9 miliardi di euro, o circa il 50% delle vendite nette di Nokia per l'intero 2012", si legge nella nota. Con l'accordo, Microsoft acquista la divisione Nokia smart devices, incluso il marchio Lumia, ma anche quella di Mobile phones, che nel secondo trimestre 2013 ha registrato vendite per 53,7 milioni di unità. Microsoft acquisterà il marchio Asha e avrà in licenza il marchio Nokia. Il gruppo finlandese manterrà il proprio portafoglio brevetti e garantirà a Microsoft una licenza di dieci anni. Da par suo, il gruppo di Redmond renderà disponibile un finanziamento da 1,5 miliardi di euro in tre tranche da 500 milioni di obbligazioni convertibili. Il prossimo data center per i clienti europeri, non a caso, sarà proprio la Finlandia.

Le conseguenze dell'accordo - Il mercato azionario è stato piuttosto incerto nella prima parte della mattinata, con gli indici che, dopo un guadagno iniziale, sono scivolati in leggero ribasso. Ftse Mib sul -0,17% a 16.960 punti, All Share -0,15%. Riflettori puntati su St (+1,9%) dopo l'annuncio dell'acquisizione del business dei telefonini Nokia da parte di Microsoft. In movimento anche Telecom (+1%) sempre sulle speculazioni su possibili riassetti nel settore delle tlc. Positive Pirelli (+2%), Impregilo e Ansaldo. Tra le banche Ubi sale dell'1,5%, Mps e Mediobanca +0,7%. In calo l'energia, con Eni -0,4%, Snam -0,5%, Terna -0,3%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frabelli

    03 Settembre 2013 - 14:02

    Per risollevarsi alla Microsoft non sanno più cosa comprare. Ora la Nokia, dove sperano di piazzarci il loro windowsqualchecosa e piazzarlo lì, sullo smartphone, visto che gli altri non lo vogliono. La vendita di pc diminuisce quindi diminuiscono le entrate perché vendono meno windows7/8/n. Vabbèh. Vediamo ora chi sarà il successore di Balmer

    Report

    Rispondi

blog