Cerca

Casa cara casa

Imu, detrazioni, esenzioni e sconti,
ecco chi deve pagare e chi no

Ad aprire il portafoglio saranno i proprietari di ville e dimore di lusso. Esenzione per chi ha un alloggio popolare e per chi è in cooperativa

Imu, detrazioni, esenzioni e sconti,
ecco chi deve pagare e chi no

Il decreto sull'Imu tra poco enterà in vigore. Ma in tanti si chiedono: chi paga e chi no? Proviamo a fare chiarezza. Al trattamento agevolato, ovvero all'esenzione hanno diritto i proprietari di un'abitazione non di lusso che abbiano residenza fiscale e abituale nell'appartamento. Per abitazioni di lusso i decreto considera gli immobili di categoria catastale A/1, le abitazioni signorili, A/8, le ville, A9, le dimore storiche. I proprietari di queste case hanno già pagato la rata di giugno e dovranno saldare il conto entro il 16 dicembre. Ma attenzione. Se queste case di lusso sono abitazioni principali allora scattano le detrazioni: 200 euro per immobile oltre a 50 euro per ogni figlio di età inferiore a 26 anni. Poi ci sono altre esenzioni.

Case popolari - A non pagare saranno tutti coloro che non possono essere considerati titolari dell'immobile. In questa categoria rientrano gli assegnatari degli immobili di edilizia residenziale pubblica e gli assegnatari di appartamenti costruiti in cooperativa indivisa. Alle case popolari sono inoltre stati assimilati gli edifici di housing sociale.  Tutti quegli immobili costruiti da privati e assegnati con le stesse regole in vigore per le case pubbliche. Si allarga infine il numero di dipendenti di servizi di pubblica utilità che vengono equiparati ai titolari di abitazione principale anche se non sono domiciliati nell'alloggio che posseggono perché trasferiti per motivi di servizio. Si tratta dei componenti delle Forze armate, della Polizia di stato, ai corpi di polizia di ordinamento civile, dei vigili del Fuoco e del personale della carriere prefettizia. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Silverio.g

    04 Settembre 2013 - 14:02

    Sono un ex militare sapete quando ho potuto comprare una casa? quando sono andato in pensione, con i miei soldi, con i sacrifici di una vita. E tu Fassina con una casa di 60 mq mi facevi pagare l'ici, chiaro stu fatto. Quando ci sono alloggi di case popolari di 70, 80, 90 mq e oltre che non pagano niente o pochissimo, sai come fanno? basta mandare un figlio a vivere con un parente e il tuo isee è così basso che paghi da far incazzare la gente per bene. Se poi avevi cinque figli e una casa di 100 mq e oggi sono tutti sposati la casa ti rimane come fosse tua, perché da li nessuno ti caccia, provaci se sei capace ti sfido. Quindi rimane con una casa grande e paga due lire alla faccia di chi ha fatto una vita di sacrifici per comprarsi una casa di 60 mq che tu facevi pagare l'ici perché allora non far pagare l'imu anche a loro? e quando stai in televisione non raccontare cazzate, perché se fossi li con te, te le farei mangiare tutte.

    Report

    Rispondi

blog