Cerca

Agenzia delle entrate

Per il redditometro anche i minori sono evasori

I ragazzini nell'occhio del ciclone: Panorama domani in edicola svela perché i minori rischiano di vedersi arrivare i finanzieri in cameretta

agenzia delle entrate

agenzia delle entrate

Così com'è il redditometro non va bene. Al Garante per la privacy è bastato un primo e veloce sguardo per dire che lo strumento ideato dall'Agenzia delle entrate per contrastare l'evasione fiscale non va bene. Lo dice Panorama in un articolo pubblicato sul numero che sarà da domani in edicola. 

Bambini - Secondo il malefico strumento di rilevazione, in Italia esisterebbero circa 2milioni di minorenni  "incongrui": dichiarano un reddito troppo basso per poter pagare l'affitto. Questo succede perché il redditometro considera chiunque non abbia una casa di proprietà un fittuario in grado di pagare, in media, 700 euro mensili. Non fa alcuna distinzione, il redditometro, ed ecco che nella statistica ci finiscono i ragazzini. Loro sperano, però, di non trovarsi i finanzieri in cameretta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ramadan

    11 Ottobre 2013 - 13:01

    tutte le banche dati usate dal redditometro erano da anni a disposizione dell'agenzia delle entrate che evidentemente non le ha mai utilizzate. io sono un pensionato e le tasse le ho sempre pagate;per cui ben venganp a perdere tempo con me non ho nulla da nascondere come tutti gli italiani che le tasse le hanno sempre pagate. chi teme il redditometro ha evidentemente buoni motivi per farlo;e certamente non sono nobili motivi. quanto agli accertamenti sui minori mi pare strano che il programma del redditometro non prenda in considerazione la data di nascita dell'esaminato. il codice fiscale a che serve allora? siete sicuri di quello che dite a questo proposito?

    Report

    Rispondi

  • aifide

    28 Settembre 2013 - 18:06

    e non provino ad inviarmi alcunché, se ci tengono a campare.

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    26 Settembre 2013 - 14:02

    il redditometro non risolve un bel niente perchè chi evade mica spende in banca, lo fa in contanti. sia uil dipendente che riceve straordianri sottobanco e l'artigiano che incassa emolumenti in nero con lo *sconticino sull'iva mica vanno a metterli in banca, li spendono a piene mani..solo qualche sprovveduto deposita il nero in banca. la soluzione è questa: aliquota flat tax unica al 33% quota esentasse 11.000 euro fisse per tutti, deduzione spese affitto e spese edili , riparazioni auto , mobili, acquisto beni di lusso per la parte che supera gli 11.000 euro. non sarà il toccasana ma è un inizio promettennte.. che abbinato alla riduzione del 50% dell 'iva fa ripartire l'economia. tassazione separata reddito d'impresa con aliquota non superiore al 20% prelievi dal rtedditi d'impresa come stipendi soggetti a tassazione normale del 33%. complicato? no anzi, di una semplicità disarmante. governanti, pensateci.

    Report

    Rispondi

  • elsonoro

    26 Settembre 2013 - 13:01

    smettiamola di lamentarci e mugugnare, accogliamo i signori delle tasse come meritano, come hanno trattato i nobili durante la rivoluzione francese. Questi hanno dimostrato che fino a quando non si fa sul serio loro sono legittimati a proseguire peggio di prima. Non è eversione. Non è neanche terrorismo. Si chiama legittima difesa contro chi si crede il padreterno e che se fosse mandato sull'isola deserta non saprebbe neanche come fare a non morire di fame.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog