Cerca

economia

Alitalia, 1.800 dipendenti col fiato sospeso

18 Ottobre 2017

0
Alitalia, 1.800 dipendenti col fiato sospeso

Roma, 18 ott. (AdnKronos) - Parte il confronto per la proroga di ulteriori sei mesi della cassa integrazione straordinaria per 1800 dipendenti di Alitalia mentre intanto i sindacati attendono a breve una convocazione da parte dei commissari straordinari per un aggiornamento dopo l'arrivo delle offerte vincolanti. Dopo la comunicazione nei giorni scorsi da parte della compagnia, si è svolto il primo incontro al ministero del Lavoro nell'ambito della consultazione sindacale prevista dalla procedura con l'obiettivo di arrivare a un'intesa entro la fine di questo mese. Un appuntamento, quello di oggi, focalizzato sull'esame dei numeri di personale che sarà interessato dal ricorso alla cigs nella stagione invernale, che per il settore è quella più difficile per il calo di traffico.

Nel dettaglio, come hanno spiegato i sindacati al termine dell'incontro, la cigs interesserà 1230 unità di terra full time equivalent, 190 piloti di cui 100 comandanti e 90 primi ufficiali, e 380 assistenti di volo. Del numero complessivo dei lavoratori di terra, 690 addetti sono quelli di staff, 198 dell'handling (escluse le figure professionali dove sono utilizzati contratti a tempo determinato), 200 della manutenzione e 142 dello staff operation.

Rispetto alla prima tornata di cigs, è aumentato il numero degli addetti di terra che sono passati da 828 addetti a 1230 e quello degli assistenti di volo passati da 340 a 380. Complessivamente, dunque, il numero è salito da 1358 a 1800 lavoratori. Il personale navigante sarà interessato dalla cigs a rotazione mentre 400 dipendenti di terra da quella a zero ore.

I prossimi appuntamenti al ministero del Lavoro sono stati fissati per mercoledì e giovedì prossimo. "Vogliamo fare una vera trattativa sui numeri e non limitarci ad espletare una procedura", ha spiegato il segretario nazionale della Filt Cgil Nino Cortorillo sottolineando che uno dei temi al centro del confronto dovrà essere quello della riqualificazione del personale. "E' necessario - ha detto - individuare aree dove sia possibile una riqualificazione dei lavoratori e questo percorso siamo convinti che sia possibile gestirlo insieme".

C'è poi un altro tema centrale che, come ha evidenziato Cortorillo, è quello della scadenza a fine ottobre della moratoria del Contratto nazionale di lavoro: "Occorre fare una valutazione su questo e la richiesta è quella di prolungare la moratoria". Cortorillo ha quindi riferito che a breve i sindacati dovrebbero essere convocati dai commissari straordinari per un aggiornamento sulle offerte arrivate lunedì scorso da parte dei potenziali acquirenti della compagnia. "Ora - ha sottolineato - sappiamo che abbiamo davanti tempi lunghi ed è una fase in cui è necessario mantenere un clima di tranquillità ed evitare di acuire le tensioni".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media