Cerca

La compagnia di bandiera

Alitalia, la proposta del fondo americano Cerberus

25 Ottobre 2017

1
Alitalia, la proposta del fondo americano Cerberus

Cerberus, il fondo statunitense di private equity, lancia un'offerta per permettere ad Alitalia di rimanere indipendente e integra. Lo riporta il Financial Times, che cita fonti vicine ai colloqui. La mossa arriva a solo una settimana dalla presentazione delle offerte di compagnie aeree come EasyJet e Lufthansa, che però vorrebbero rilevare solo parti della ex compagnia di bandiera italiana. Cerberus non avrebbe presentato un'offerta vincolante perché considerava troppo restrittivi i termini della gara pubblica e avrebbe parlato ai commissari straordinari di essere pronto a investire tra i 100 e i 400 milioni di euro per ottenere il controllo di Alitalia. Il fondo di private equity vorrebbe anche che il governo italiano mantenesse una quota, mentre i sindacati sarebbero accontentati con una forma di "condivisione dei profitti" nel sistema Cerberus. La società Usa vorrebbe comunque una completa ristrutturazione della compagnia italiana. Il giornale finanziario riporta che Cerberus e Alitalia non hanno voluto commentare.

Secondo il giornale britannico, Cerberus ha studiato a fondo il dossier Alitalia e si sarebbe incontrata diverse volte con i commissari designati dal governo. Il Financial times nota comunque che da parte della autorità italiane c'è scetticismo riguardo a questa offerta arrivata fuori tempo massimo. "Ci sono regole che vanno rispettate", fanno sapere fonti italiane al Ft, secondo le quali Cerberus, non avendo rispettato le scadenze previste per le offerte (il 16 ottobre scorso), dovrebbe presentare una offerta insieme a Lufthansa o Easyjet, oppure aspettare che si concluda la procedura di valutazione delle offerte già presentate.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilsognodiunavit

    25 Ottobre 2017 - 12:12

    Un nuovo pollo da spennare? sicuramente si saranno fatti i conti che all'ultimo lo stato paga anche questa volta per tutti e ci guadagneranno. Mi piacerebbe sapere quanti soldi hanno preso quei geni di dirigenti Alitalia che l'hanno portata a questa rovina, per fortuna ci sono i sindacati che fanno i nostri interessi.

    Report

    Rispondi

media