Cerca

economia

Tapinassi (Mibact): "Iniezione fiducia per innovare settore termale"

21 Novembre 2017

0
Tapinassi (Mibact): "Iniezione fiducia per innovare settore termale"

Fiuggi, 21 nov. (Labitalia) - “Abbiamo voluto dare attenzione, con Invitalia, a un settore che riteniamo tra i più strategici del paese, quale quello del turismo termale. Il modello legato alla sussidiarietà rispetto al sistema sanitario nazionale da solo non regge più al cambiamento naturale della domanda. Anche in questo settore, quindi, si gioca la sfida più grande per il paese che è quella dell’innovazione”. Ad affermarlo, a Labitalia, Francesco Tapinassi, dirigente per le Politiche del turismo della direzione generale Turismo del ministero dei Beni culturali, in occasione del quarto Accelerathon previsto dal programma FactorYimpresaTurismo promosso da Mibact e Invitalia e dedicato alle idee innovative di impresa nel settore del turismo termale, in corso a Fiuggi.

“Con Invitalia, attraverso questo progetto, abbiamo voluto dare un’iniezione di fiducia a chi vuole innovare. E ogni esperienza ci serve anche a migliorare gli strumenti a disposizione”, ha sottolineato.

“Il problema vero non sono le risorse - ha avvertito - ma un faticoso accompagnamento all’innovazione. Per questo, è fondamentale dare un sostegno nella fase di ideazione del modello economico, nel trasferimento di know how, mettendo a disposizione tutor e mentor che aiutano ad affrontare questa fase”.

“La bella idea, infatti, deve essere accompagnata da modelli economici funzionanti, belle presentazioni, e avendo l’idea di cosa accadrà il giorno dopo, qual è lo sviluppo che si ha in mente”, ha aggiunto Tapinassi.

“Con questo progetto - ha ricordato il dirigente del Mibact - abbiamo scelto di concentrarci su quelli che abbiamo chiamato ‘prodotti maturi’, cioè che esistono da molti anni nel settore turistico, ma che hanno bisogno di innovazione. E la nostra speranza è che siano soprattutto i giovani a farla”.

“Questo contribuirà a migliorare la qualità dell’offerta e dell’esperienza turistica nel nostro paese: occorre, infatti, anche innovare prodotti antichi per fare qualità, e le terme sono al primo posto”, ha concluso.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media