Cerca

economia

Zapponini (Sgi Confindustria), intervento di Adm mina concorrenza nel settore Giochi

23 Novembre 2017

0

Roma, 23 nov. (AdnKronos) - "L'intervento di Adm sulla riduzione slot mina la libera concorrenza del mercato e compromette il percorso di riordino del settore Giochi". E' il duro commento di Stefano Zapponini, Presidente di Sistema Gioco Italia, la Federazione che rappresenta il comparto del Gioco e dell’Intrattenimento di Confindustria.

"Con forte disappunto e amarezza -segnala Zapponini- apprendiamo il contenuto della circolare di Adm inviata ieri, in forza di un parere reso dall’Avvocatura dello Stato, che reinterpreta il decreto ministeriale del 25 luglio 2017 che prevedeva la riduzione del numero di apparecchi a partire dall'entrata in vigore del decreto stesso (1 settembre 2017)".

"Ammettendo invece la retroattività dell'entrata in vigore del decreto, di fatto, -continua il presidente di Sistema Gioco Italia- vengono cancellate le naturali dinamiche di contendibilità del mercato, con la conseguente spaccatura all'interno del settore e l’annullamento dei criteri di scelta condivisi ed equilibrati, che hanno ispirato l'intesa in conferenza Unificata lo scorso 7 settembre; gravi effetti, chiaramente rappresentati anche in occasione del recente incontro con l'Agenzia".

"Questo intervento - conclude Zapponini -, che abbiamo il dovere di stigmatizzare, distorce i processi di sviluppo degli operatori secondo le regole della libera concorrenza, aprendo a sicuri contenziosi con l’amministrazione. Tutto ciò crea uno scenario che mina alla base il futuro sostenibile e responsabile di un importante settore industriale in Italia, che ogni anno garantisce 10 miliardi entrate erariali, 150.000 occupati e il fondamentale presidio contro il gioco illegale".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media