Cerca

Occhio ai risparmi

Assicurazioni, polizza vita e prodotti previdenziali: ecco come vi fregano

3 Gennaio 2018

6
Assicurazioni e prodotti previdenziali: ecco perché è meglio evitarle

Banche, agenti e persino le Poste ormai tentano di invogliare i clienti che hanno risparmi da parte (liquidazione, un rimborso di obbligazioni, contanti...) ad investire in un'assicurazione. Ma questa non è sempre un buon investimento. Anzi. In un lungo e dettagliato articolo Il Fatto Quotidiano spiega che conviene alzare le antenne e "rifiutare ogni prodotto assicurativo o previdenziale". Il motivo? "Complice una normativa distorta" si legge nell'articolo, "i prodotti assicurativi sono studiati per creare danni ai risparmiatori. Per giunta questi sono centinaia, se non migliaia, e cambiano in continuazione per abbindolare meglio i clienti. Diversi nel nome e in dettagli irrilevanti, ma nella sostanza sempre identici".
Ecco alcune delle storture più evidenti che dovrebbero far pensare un risparmiatore prima di investire in uno strumento simile.
Innanzitutto, in caso di bisogno improvviso, è pressoché impossibile chiedere il riscatto, a pochi mesi dall'accensione, senza penali. Quindi? "In caso di bisogno imprevisto" spiega Il Fatto, "il risparmiatore finirebbe per dover chiedere un prestito, dando in garanzia la polizza, e così pagare interessi alla banca". I prodotti assicurativi sono per lo più delle vere e proprie scatole nere: "il risparmiatore non può sapere nulla di nessuno degli acquisti e vendite fatte coi suoi soldi", osserva l'articolo, "poi magari qualche risultato arriva, ma visto cos'hanno combinato dirigenti di tante banche italiane, a qualcuno verrebbe voglia di controllare qualcosa. Proibito!". I rendimenti non sono così alti come si fa credere, in più, negli ultimi anni sono anche calati rispetto ai rendimenti dei titoli di Stato. "L'altro imbroglio frequente" per Il Fatto Quotidiano, "è far credere che le assicurazioni siano la sola soluzione per evitare l'imposta sulle eredità. Un'omissione e spesso una menzogna sfacciata. Fino a un milione di euro non si paga nulla fra coniugi, genitori e figli, nonni e nipoti. E sono esenti senza limiti i buoni fruttiferi postali e i titoli di Stato dell'Italia, della Germania, della Francia ecc. Per la precisione di tutti i Paesi dello Spazio Economico Europeo. Niente garanzia. Buoni fruttiferi e titoli di Stato pure esteri (salvo poche eccezioni), sono anche più sicuri delle varie assicurazioni proposte e purtroppo spesso rifilate ai risparmiatori italiani".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Davide0674

    04 Gennaio 2018 - 14:02

    Ritengo che questo giornalismo sia una vera porcheria. Non fa informazione, non da’ valore aggiunto, non comunica assolutamente nulla. Ci sono mille possibilità di analisi del mercato assicuartivo che possono portare a critiche costruttive sulla modalità distributiva. Queste righe oltre a non dire nulla sono un insulto all’intelligenza dei risparmiatori e di coloro che sottoscrivono polizze.

    Report

    Rispondi

  • dotbenito

    03 Gennaio 2018 - 16:04

    UN MIO COLLEGA HA PREFERITO LA RENDITA MENSILE SULLA POLIZZA VITA NATURALMENTE CIO' HA FATTO CUMULO COL SUO REDDITO E COSI HA LAVORATO DUE MASI QUASI GRATIS IN QUESTE POLIZZE O RENDITE L'UNICO CHE CI GUADAGNA SEMPRE E' QUEL LADRONE DELLO STATO

    Report

    Rispondi

    • Davide0674

      04 Gennaio 2018 - 14:02

      La rendita è esente da irpef e non fa cumulo sul redfito

      Report

      Rispondi

  • dotbenito

    03 Gennaio 2018 - 12:12

    IO PERSONALMENTE AVEVO INVESTITO IN UNA POLIZZA VITA CON RENDITA GARANTITA AL 4% ED IN PIU' RECUPERAVO IL 19%SULLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI ALLA SCADENZA POTEVO RISCATTARLA O GIRARLA IN PENSIONE PER 15 ANNI HO PREFERITO IL RISCATTO IN POCHE PAROLE LO STATO LADRO MI HA TRATTENUTO IL 23 % DEL TOTALE CHE MI TOCCAVA COSI' DOPO 20 ANNI HO PERCEPITO IL MISERO CAPITALE

    Report

    Rispondi

    • Davide0674

      04 Gennaio 2018 - 14:02

      Chi opta per il capitale alla fine di un percorso con rendita garantita al 4% deve solo chiedere scusa a se stesso.

      Report

      Rispondi

    • luigi sola

      04 Gennaio 2018 - 10:10

      Il 23% sulla rendita, non sul capitale totale...Raccontala giusta senza fare del terrorismo gratuito !!!

      Report

      Rispondi

media