Cerca

lombardia

Ema, interviene la Regione Lombardia

12 Febbraio 2018

0
Ema, interviene la Regione Lombardia

Milano, 12 feb. (AdnKronos Salute) - La Giunta regionale della Lombardia ha deliberato oggi di intervenire, come anticipato dall'AdnKronos, nel ricorso promosso dal Comune di Milano davanti al tribunale dell'Unione europea per l'annullamento dell'assegnazione ad Amsterdam della nuova sede post Brexit dell'Agenzia europea del farmaco Ema e per la connessa domanda di sospensione.

La Regione interviene nel ricorso a sostegno delle tesi del Comune di Milano anche in ragione delle spese sostenute per promuovere la candidatura della città, precisano da Palazzo Lombardia.

Nella riunione, spiega in una nota il vice presidente di Regione, Fabrizio Sala, "la giunta regionale all’unanimità ha promosso ricorso avanti il Tribunale dell’Unione Europea e ha formalizzato la domanda di sospensione dell’esecuzione della decisione che il Consiglio Europeo ha assunto in relazione alla riallocazione della sede dell’Agenzia europea per i medicinali nella città di Amsterdam. La procedura europea - continua - era infatti finalizzata a selezionare la sede migliore per Ema, in ragione di una serie di criteri, tra cui la continuità operativa e la disponibilità di uffici adeguati in tempi utili perché l’Agenzia potesse svolgere il proprio servizio senza alcuna interruzione temporale".

Seconda Sala, "purtroppo questi ultimi punti sono disattesi dai fatti, Amsterdam non è pronta e non è in grado di garantire la continuità operativa e la disponibilità degli uffici. Forse, dopo essersi affidata alla sorte, Amsterdam avrebbe ora bisogno della lampada di Aladino per esaudire e adempiere agli impegni presi: purtroppo però non è più tempo di incantesimi, ma di certezze. Milano e Palazzo Pirelli sono e restano l’unica vera certezza per garantire ad Ema un funzionamento adeguato”, conclude il vice presidente di Regione Lombardia.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media