Cerca

Parla il governatore

Bce, Mario Draghi: stop al quantitative easing a dicembre 2018

14 Giugno 2018

2
Mario Draghi

Ora è ufficiale: Mario Draghi e la Bce hanno fissato la data in cui finirà il Quantitative Easing per dicembre 2018. L'EuroTower dunque annuncia la fine del piano di acquisto dei titoli che era stato attivato dalla Banca Centrale Europea nel 2015. E di fatto la Bce ha deciso di ridurre gli acquisti dei titoli da ottobre e fino a dicembre a 15 miliardi di euro. Poi gli acquisti verranno azzerati a partire da gennaio 2019. Una data cruciale, dunque, per i destini dell'Europa e dell'Italia, chiamata a stare in piedi pur senza l'aiuto del bazooka della Bce.

Leggi anche: "Ci sarà un incidente, Italia fuori dall'euro"

La Bce, poi, ha spiegato come articolerà il piano di riduzione del Qe. "Il passo mensile degli acquisti netti di titoli sarà ridotto a 15 miliardi di euro fino alla fine di dicembre 2018", si lege in una nota della Banca Centrale dopo una riunione che si è tenuta a Riga. Dopo questo annuncio lo spread è andato a 235,3 punti base. Per il momento restano invece fermi i tassi di interesse. Quello principale rimane fermo allo zero per cento, quello per i prestiti marginali invece va allo 0,25 per cento. Quello dei depositi a -0,40 per cento. I tassi, secondo quanto riportato dalla Bce, resteranno fermi fino all'estate del 2019. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Italia_Libera

    15 Giugno 2018 - 22:10

    Draghi! Come italiano cosa pensa della sua Italia? Lei e' patriota,oppure traditore come chi,a suo tempo,ha fatto dell'Italia la vigna dei coglioni! Non ci serviva la moneta del nulla,in quanto nel l'anno 2000,l'Italia era la prima nazione europa industriale! Aver riunificato la Germania ,con il suo progetto "euro" avete creato un precedente di una nuova guerra civile europea.

    Report

    Rispondi

  • dom67

    14 Giugno 2018 - 16:04

    Tutta l'operazione mira a togliere dalla groppone dell'Europa, i titoli italiani che in una probabile uscita dell'Italia dall'euro diventerebbero carta straccia. L'Italia così è abbandonata al suo destino. Ma allora aspettiamo il fallimento pilotato dalla Merkel? Fuori dall'euro subito, insolventi per titoli italiani di 250 miliardi alla Bce del massone draghi, così finisce l'euro e l'Europa.

    Report

    Rispondi

media