Cerca

veneto

Dazi: Cna, minacciano le piccole imprese venete

13 Luglio 2018

0

Venezia, 13 lug. (AdnKronos) - I dazi americani rischiano di provocare un effetto deprimente per l’export delle piccole imprese venete, il valore aggiunto che ha consentito di resistere alla crisi e trarre immediati vantaggi dai primi sintomi della ripresa.

Quello americano è, infatti, il terzo mercato di sbocco dell’export veneto, con un peso di quasi 1,2 miliardi di euro nel solo primo trimestre del 2018, il 12 per cento circa di quello nazionale. Un mercato che negli ultimi anni ha registrato un trend in aumento, con la quota di export in Usa, che dal 6,1 % del totale nel 2011 è passata all’8,9% nel 2016, grazie a una crescita molto più sostenuta di quelle verso gli altri partner commerciali.

“Siamo preoccupati dal pericolo di ulteriori inasprimenti che potrebbero interessare anche altri settori, penalizzando molto di più le nostre imprese, non in nome di controlli sulla legalità delle produzioni, ma di un protezionismo esasperato che rischia di cambiare i connotati del mercato internazionale”, dichiara Alessandro Conte Presidente di CNA Veneto.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media