Cerca

Sfaccendati nostro malgrado

Istat, in Italia più di 6 milioni di disoccupati

L'esercito di senza lavoro si divide tra chi cerca impiego e chi rinuncia anche alla ricerca. Più della metà al sud

Istat, in Italia più di 6 milioni di disoccupati

In Italia ci sono oltre 6 milioni di persone senza lavoro, divise tra chi (3,07 milioni) si dà comunque da fare per cercare un impiego e chi (2,99 milioni), invece, vorrebbe lavorare, ma è talmente scoraggiato dalla crisi da aver rinunciato alla ricerca del posto. A raccontare questa fetta di Belpaese (suo malgrado) con le mani in mano sono i dati Istat relativi al secondo trimestre 2013. L'istituto di studi statistici chiarisce anche i termini: per disoccupati si intendono persone che "hanno cercato attivamente lavoro nelle ultime quattro settimane e sono disponibile a lavorare immediatamente". La categoria degli scoraggiati, invece, ha due sottogruppi interni: il primo appartiene a quelli che hanno perso la fiducia nella possibilità di inserirse nel mercato del lavoro e quindi non lo cercano. Il secodo, invece, riguarda chi non può lavorare perché trattenuto da problemi di famiglia o per altre per altre ragioni (casalinghe dedite alla casa, o studenti che aspettano la fine del ciclo di studi).

Distribuzione territoriale -  La maggior parte dei disoccupati si concentra nelle regioni del Sud (1 milione e 458mila). Il secondo plotone dei senza lavoro è distribuito al nord (1 milione e 41mila). Pochi, invece, al centro (576mila). Ancora più marcata a svantaggio del Mezzogiorno è la distribuzione di quelli che non cercano impiego. Quasi due milioni sono al Sud (1.888.000), 704mila al nord e 406mila al Centro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    29 Ottobre 2013 - 07:07

    sperando, inutilmente, in un posto di lavoro. Ma non è per tutti così una folta schiera di somari ben Raccomandati all'insegna della Corruzione o perchè Figli di... una occupazione la trovano. Provate a controllare quanti "medici della mutua" sono stati assunti dalle ASL negli ultimi 10 anni senza alcun concorso pubblico ma semplicemente perchè messi in "graduatoria". La graduatoria per chi non lo sapesse è una specie di ticket come quello che si prende dal salumiere. Devi avere solo un po' di pazienza per non dare nell'occhio e, naturalmente essere RACCOMANDATO. Dopo di che avrai Euro 6000/mese garantite per "impegnarti" 1 o 2 ore al dì. Se non è un affare questo!

    Report

    Rispondi

  • encol

    28 Ottobre 2013 - 07:07

    fino a quando saremo governati da autentici incapaci. Come può uno stato in grave crisi economica mantenere nel lusso indecente una schiera di persone al soldo dei cittadini? Una classe dirigente che al posto di tagliare brutalmente le spese aumenta le entrate è semplicemente IDIOTA!

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    26 Ottobre 2013 - 13:01

    Gli italiani possono anche morire di fame...per lo Stato Italiano sono piu' importanti i clandestini islamici da sfamare e accudire.

    Report

    Rispondi

blog