Cerca

Povera casa

Tasi, salta il tetto del 2,5 per mille già nel 2014

I sindaci temono che dalla gabella sul mattone arrivino pochi soldi, così il governo li accontenta: salta il tetto dell'aliquota massima al 2,5 per mille

Tasi, salta il tetto del 2,5 per mille già nel 2014

Stangata sulla casa. I sindaci saranno liberi di alzare l'aliquota massima della Tasi oltre il 2,5 per mille (tetto massimo fissato dalla Legge di Stabilità) già dal 2014. L'aumento dell'aliquota potrebbe essere in parte compensato dalla reintroduzione di alcune detrazioni, ma nelle casse dei comuni italiani il gettito proveniente dalla Tasi, calcolato per 9 miliardi di euro con il tetto a 2,5,  potrebbe salire a 10 miliardi portando l'aliquota a 2,6.

Manovre politiche - I sindaci italiani potranno sfondare il tetto del 2,5 per mille dal 2015, ma della possibilità di anticipare l'operazione già al 2014 si è discusso alla riunione dell'Anci di Firenze. I primi cittadini temono che l'adozione della nuova tassa per i servizi dei comuni porti alle loro casse meno soldi di quelli stimati dalle proiezioni ministeriali.  Secondo i calcoli del Sole 24 Ore, ogni punto percentuale di aumento vale 3,8 miliardi di gettito. Aperture in questa direzione sono venute dal ministro per gli Affari Regionali Graziano Del Rio e dal sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta. Sul tavolo c'è una questione di equità: la Tasi colpirà 5 milioni di abitazioni principali prima esentate. Per coprire le detrazioni a favore dei redditi più bassi, sarà necessario aumentare le aliquote su quelli più alti.

Imu - Intanto rimane in ballo la seconda rata dell'Imu 2013. Il governo non ha ancora deciso se abolirla oppure no. Anzi, l'argomento è finito sotto traccia (pur continuando a mandare in ebollizione il Pdl: "Sarebbe inaccettabile - dice il portavoce Daniele Capezzone a Il Giornale - il ritorno della tassa sulla casa"). Secondo alcune ricostruzioni, intenzione dell'esecutivo è mantenere il pagamento della rata di dicembre 2013, inserendo però delle detrazioni mirate (come per i capannoni agricoli o i redditi bassi).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sotnaile38

    30 Ottobre 2013 - 11:11

    ..con l'emendamento di aumentare le accise sulla birra. Una volta tutti i baristi che conoscevo votavano PDL perchè si sentivano tutelati da Silvio. Il voto a Forza Italia ve lo scordate.Riferite a chi di dovere...

    Report

    Rispondi

  • sommesso49

    28 Ottobre 2013 - 19:07

    Ritengo che le vere sentinelle antitasse e anticorruzione siano state abbattute dalle leggi di riforma del comunista Bassanini. Il resto è solo propaganda politica per plagiare gli ingenui come me e come il Sig. geompiniliberoi. Siamo una folla oceanica!

    Report

    Rispondi

  • vitalba

    28 Ottobre 2013 - 19:07

    di tutto ciò possiamo solo dire grazie al signor Berlusconi che ci ha tolto l'imu

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    28 Ottobre 2013 - 18:06

    Cari sindaci, saranno i cittadini che vi metteranno alla gogna in quanto talmente tartassati che non vi sopporteranno più e il tutto .... grazie a quella schiera di politici inefficienti che abbiamo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog