Cerca

Pressione senza fine

Governo, manovra, ecco le misure sugli immobili

Il Pdl lancia l'allarme. Con le deduzioni e con le nuove aliquote il governo vuole fare cassa con gli immobili. Il gettito crescerà di 10 miliardi

Governo, manovra, ecco le misure sugli immobili
Preparatevi ad aprire il portafoglio. La stangata sulla casa è in arrivo. Con la manovra che sta per varare il governo Letta gli immobili saranno tartassati. Il Pdl ha preparato un dossier per smascherare la sprangata fiscale che Saccomanni&co stanno preparando sulle nostre spalle. Ecco tutte le mele marce che possono piombare sulla casa. Si parte con la franchigia e le deduzioni. Tutte le agevolazioni per i figli che prima erano automatiche e di fatto garantivano l'esenzione a 5 milioni di abitazioni popolari, oggi potranno essere introdotte discrezionalmente dai comuni. Poi c'è la Tasi. Che quasi quasi fa rimpiangere l'Imu. Il gettito della nuova imposta è di fatto uguale alla vecchia imposta sulla casa. L'unica differenza è il nome. Ma se le cose andranno male per il 2014 preparatevi alla stangata del 2015. Il tetto dell'aliquota al 2,5 per mille vale solo per il 2014. Negli anni successivi può salire fino al 7 per mille. L'aliquota standard della Tasi dell'1 per mille si potrà aggiungere a quella massima dell'Imu portando l'aliquota massima al tetto record dell'11,6 per mille. Le cose non vanno bene nemmeno per chi ha una casa sfitta. Tornerà infatti con effetto retroattivo la tassazione Irpef sulle case sfitte. In sostanza sulla casa arriveranno molte più tasse rispetto al 2012. I proprietari di casa pagheranno molto di più sia rispetto al 2012 ma anche rispetto al 2013 nonostante l'Imu sia stata abolita. Infine arriva pure la Trise. Confcommercio è stata chiara: sulla tassa dei rifiuti sono previstio rincari del 600%. Risultato? La patrimoniale sugli immobili da 20 miliardi di gettito potrebbe passare a 30 miliardi. Ben dieci miliardi in più rispetto al 2012-2013.

Cosa deve fare il governo - E allora cosa fare per salvarsi dalla stangata? Il governo dovrebbe adottare alcuni provvedimenti semplici ma efficaci come ad esempio aumentare la deduzione forfettaria dell'Irpef per i redditi di locazione innalzandola dal 5% al 15%. Poi bisognerebbe, come sottolinea il presidente di Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, estendere l'esenzione dall'Imu anche alle società immobiliari e anche alle persono fisiche. Sul fronte contartti sarebbe necessario introdurre contratti flessibili per le locazioni. L'Imu va riodotta al 4 per mille per gli immobili locati e va eliminata la tassazione Irpef degli immobili ad uso abitativo non locati nello steso comune nel quale si trova la casa adibita ad abitazione principale. Infine è necessario introdurre misure di semplificazione della disciplina della cedolare secca ed estenderne l'applicazione alle locazioni ad uso diverso dall'abitativo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RICKARDOONE

    05 Novembre 2013 - 19:07

    Io dico, ma le tasse non dovrebbero penalizzare il reddito che una azienda che produce un profitto? La casa dove ci abito che profitto mi da? niente, anzi, ancora oggi non è mia, ma della banca a cui stò pagando il mutuo. Allora Letta perchè non fa pagare la stangata alla banca che proprietaria della casa? Ma la vogliamo smettere di tassare la casa alla quale il sottoscritto ha fatigato una vita per realizzarla e forse sarà completamente mia alla eta di ottantanni per le rimanenti rate del mutuo da pagare. Ma perche se servono soldi non cominciano i parlamentari a togliersi due terzi dello stipendio, comincino a lasciare le auto blu, comincino a diminuire gli stipendi del personale dei due rami del parlamento che sono molto esosi? Ma quando finirà questo tormento.

    Report

    Rispondi

  • ketaon_01

    05 Novembre 2013 - 18:06

    Certo , subito , ma anche in mezzo ai vostri coglioni

    Report

    Rispondi

  • lstmare2006

    04 Novembre 2013 - 14:02

    hai detto benissimo. Affittare un immobile in regola è diventato un peso insostenibile. penso che l'unica cosa che possa bloccare questi balordi sarebbe una marcia di qualche decina di milioni di italiani verso Roma e occuparla per qualche mese lasciando questi signori una via di uscita che porta dritto all'aereoporto più vicino con ultimatum. Allora forse riusciremmo a salvare quanto costruito con fatica , altrimenti siamo fottuti. Poi questa sinistra con la scusa della patrimoniale si vuole pappare tutti i beni degli italiani con tassazioni spropositate rispetto al reddito che un immobile realizza al proprietario. Senza tenere conto che se trovi un inquilino non pagante allora sei fottuto due volte perche lo stato vede il padrone di casa come la parte forte e quindi lo penalizza con blocco degli sfratti e tempi della giustizai esagerati. In alternativa puoi sempre cercare di vendere e scappare dall'Italia perche questo paese è destinato al macello dei paesi sottosviluppati.

    Report

    Rispondi

  • Zizzigo

    04 Novembre 2013 - 11:11

    tutto il reddito degli immobili affittati, con la patrimoniale (IMU) e l'IRPEF... farebbe bene a fregarci anche gli immobili, perché sono diventati un peso insostenibile! In più ha omologato il diritto di esproprio degli occupanti abusivi, ma cosa pretendono ancora? Le randellate?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog