Cerca

Tra Lodo Mondadori, giudici e Forza Italia

Mediaset, cala il giro d'affari

Cala il giro d'affari di Mediaset, che ha però staccato cospicui dividendi tra il 2008 e il 2012. E il primo azionista è Fininvest

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Cala il giro d'affari di Mediaset: tra il 2008 e il 2012 la contrazione è stata del 12,3%, e il Biscione ha subito anche una flessione dei mezzi propri del 14,5 per cento. Eppure, nel medesimo periodo, l'azienda ha pagato gli azionisti, corrispondendo 1,19 miliardi di euro di dividendo, un dato che supera di circa 100 milioni gli utili accumulati nel periodo. La maggior parte dei dividendi sono stati staccati in favore di Fininvest, la holding della famiglia Berlusconi, in virtù del fatto che controlla il 41,3% del capitale del Biscione. L'ultima cedola è stata corrisposta il 24 maggio 2012, e i dati sono stati ora aggregati e analizzati da uno studio sulle tv italiane condotto da Mediobanca-Ricerche e studio.

Il trend - Una linea d'azione, quella del Biscione, in controtendenza rispetto a quella delle altre grandi aziende televisive italiane: Sky Italia, per esempio, nel quadriennio ha remunerato i soci per 630 milioni di euro, mentre l'ultimo dividendo Rai risale al bilancio del 2004. Quindi TI Media - controllante de La7 fino all'acquisto da parte di Urbano Cairo - il cui ultimo dividendo risale al 2006. A pesare sulla contrazione del giro d'affari Mediaset è il tonfo del mercato pubblicitario, precipitato nel 2012 del 16 per cento (tengono solo abbonamenti e pay per view, per cui la raccolta pubblicitaria sale dello 0,2%).

Le cifre - Così, nel 2012, l'inseme dei ricavi televisivi (calato del 7,4%) ammonta a 9,4 miliardi di euro: il 42,2% deriva dalla pubblicità (contro il 49% del 2008), il 31,6% dai servizi a pagamento e il 18,4% dal canone Rai. Il trend, dunque - che si prevede destinato a durare anche nell'anno in corso - tende a favorire Sky, il gruppo di Murdoch, che basa la sua forza in primis sugli abbonamenti. Cala invece il peso della pubblicità, i cui ricavi, per tre quarti finiscono a Mediaset. Ciononostante, il Biscione ha staccato significativi dividendi, premiando i suoi azionisti e, soprattutto, Fininvest. La holding di famiglia - tra la mazzata del Lodo Mondadori, le prospettive giudiziarie sempre più cupe e il rilancio politico di Forza Italia - ha bisogno d'ossigeno. E questo, Berlusconi, lo immaginava già nel 2008.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • solerosso34

    22 Novembre 2013 - 11:11

    LA NULLITA' GIANFRANCO FINI, ODIATO DA MEZZA ITALIA E DALL'ALTRA PRESO PER IL C. CONTINUA A RILASCIARE DICHIARAZIONI CONTRO IL CAV, CREDENDO DI FARE UN FIGURONE O DI VENDICARSI. LA SCEMENZA E' QUI', LUI SI STA RUFFIANANDO CON TUTTI PER POTERE SALIRE SU UN QUASIASI CARRO, MA NON CAPISCE CHE LUI FAREBBE PERDERE PURE IL PAPA. HO SENTITO DIRE CHE LA SIGNORA TULLIANI LO ABBIA SCARICATO, MA I GIORNALI NON CONFERMANO L A NOTIZIA. BE, LUI NON E' BERLUSCONI

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    20 Novembre 2013 - 11:11

    cosa centra con il fatto che le aziende del delinquente sono in difficoltà, e lo è perché le persone sono alla fame per la crisi, crisi causata anche dal nulla politico del tuo eroe? cosa centra che il nano abbia pagato tante tasse? le deve pagare TUTTE! e se per te evadere CENTINAIA di milioni di euro è poco! centinaia perché quelli imputati al delinquente sono una minima parte di quelli imputati all'orrido dato che gli altri sono stati condonati da leggi fatte proprio dall'ometto. povero guido mio... poverello!

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    20 Novembre 2013 - 11:11

    dove mi erudisco io? inutile dirtelo, e perché chi pensa che il calo del giro d'affari delle aziende "dell'ebreo" da Hardcore sia colpa dei giudici comunisti e non di una crisi profonda causata anche dall'immobilismo politico degli ultimi venti anni, e quindi anche colpa di chi promise la rivoluzione liberale e non la ha mai fatta, è solo un povero fanatico, un TRINARICIUTO di destra. esattamente come te!

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    20 Novembre 2013 - 11:11

    mi risulta che l'ebreo tesserato del Pd non sia mai stato candidato e tanto meno eletto Pdc del paese tre volte, ma neanche una. la capisci la differenza? no? OVVIO sei un BANANAS BERLUSCONIANO! ps i 500 milioni di De Benedetti sono il risarcimento del furto del Nano "ebreo" da Hardcore, con l'aiuto di un giudice corrotto, e dal nano ovviamente... mi sa che ti sei confuso tra "ebreo". poverello!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog