Cerca

Ultima carta

Saccomanni scatenato: vuol fare cassa con un condono per lo Stato

Per tentare di vendere il patrimonio pubblico, il governo concede una mega sanatoria a chi vorrà acquistare i suoi immobili: parecchi sono fuorilegge da 30 anni

Fabrizio Saccomanni

Fabrizio Saccomanni

Mentre gli italiani dovranno tornare alla cassa per l’Imu, alla faccia dell’abolizione promessa, il governo si fa un bel condono edilizio a suo uso e consumo. È questa l’ultima novità emersa dal diabolico decreto (ieri firmato dal Capo dello Stato) che fa rientrare dalla finestra l’imposta municipale unica per 10 milioni di italiani. Lo scopo è sempre quello di fare cassa, ma in questo caso non a spese dei contribuenti. La norma riguarda infatti «la valorizzazione degli immobili pubblici, in relazione ai processi di dismissione finalizzati ad obiettivi di finanza pubblica». Buoni propositi, dunque, su cui, però, il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, visto il fallimento dei numerosi tentativi fatti finora e l’assoluta necessità di recuperare risorse per far quadrare i conti, ha deciso di mettere da parte gli scrupoli istituzionali. Di qui la norma inserita di soppiatto in un provvedimento interamente dedicato all’abolizione dell’Imu e alla rivalutazione delle quote di Bankitalia, necessaria a far ingoiare alle banche i maxi aumenti degli acconti per coprire finanziariamente il provvedimento. 


Leggi l'articolo integrale di Sandro Iacometti
su Libero in edicola domenica 1 dicembre

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    01 Dicembre 2013 - 13:01

    Ti manca solo la mascherina nera e la pistola poi sei perfetto.

    Report

    Rispondi

  • lorenvet

    01 Dicembre 2013 - 11:11

    Nemmeno nell' Europa dell' est hanno più la mentalità statalista di questi figuri. Spero vadano all' inferno.

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    01 Dicembre 2013 - 11:11

    non si può accettare che gli immobili di stato vadano intestati a aloro insaputa a fini scajola, casini, de benedetti, monti e banda di ladri e delinquenti..perchè solo loro sanno come farlo per averli a prezzo di realizzo (diciamo quasi regalati!) dai italiani un po' di orgoglio. dove sono fini i BAlilla 8quelli genovesi) i garibaldi , gli enrico tori, i cattaneo, i veri eroi risorgimentali... insomma loro lottavano per un ideale e per gli austriaci ed i regnanti di allora , loro alleati erano delinquenti sovversivi, ma se analizziamo bene la storia, per diventare quello che l'italia è adesso a livello governativo, era di gran lunga meglio che ci tenessimo gli austriaci! quasi duecento anni di storia non sono serviti a nulla! solo milioni di morti per un ideale di patria che adesso viene deriso e calpesto da chi ci governa, e la costituzione, bruttina a dire la verità vale meno della carta igienica.usata!

    Report

    Rispondi

  • cavallotrotto

    01 Dicembre 2013 - 10:10

    ma come voi giornalisti geniali ci arrivate adesso per dire dove vanno i nostri soldi ? per carità , loro rubano , miliardi all'anno e senza versare un franco allo stato , e noi dobbiamo pagare l'imu? , bene non pago più nulla che si fottano tutti . intanto il caro saccom.... mi regali ogni mese il 50% dei suoi 160000 euro di rimborsi spese , e poi forse pagherò . adesso la guardia di finanza ha scoperto una truffa da 3 miliardi , bene e dove credete vadano a finire , ammesso che riescano a recuperarli , in tasca ai magnaccia di stato . certo uno sporcaccione che ha dilapidato i soldi pubblici per andare a travestiti , quello non si tocca , vero ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog