Cerca

La stangata non è ancora finita

In Italia la pressione fiscale è al 44%

Mario Monti

Mario Monti visto da Benny

Nella triste classifica della pressione fiscale, l'Italia continua la sua eterna scalata. Il conto che ci fa pagare Mario Monti sale anno dopo anno. Infatti nel 2012 la pressione fiscale in Italia è volata al 44% del Pil, in crescita rispetto al 42,5% rilevato nel 2011 e rispetto al 40,5% del 2002. Questi i dati che emergono dai dati pubblicati nel Supplemento al Bollettino Statistico della Banca d'Italia, "Statistiche di finanza pubblica nei paesi dell'Ue. L'Italia, con la sua pressione fiscale al 44%, si colloca ora al quarto posto nell'area euro, a pari con la Finlandia (44%) e dopo Belgio (47,3%), Francia (46,9%) e Austria (44,6%). Ma media della pressione fiscale nell'Unione europea si attesta al 40,5 per cento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    11 Dicembre 2013 - 12:12

    I bananas sappiano che hanno pagato per 30 anni quello che non pagava B.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    11 Dicembre 2013 - 12:12

    I fenomeni, macroeconomici soprattutto, si evidenziamo in genere con largo ritardo rispetto all'input. Allora ricordiamo i bilanci di Tremonti, corretti dall'UE per ben quattro anni; l'invito a consumare (B. ha bisogno della pubblicità e il consumo la stimola)allorché era chiaro che stavamo mangiando l'avvenire. Ricordiamo che la crisi, per B., non esisteva (stadi pieni, ristoranti da prenotare in anticipo) B. é sempre stato quello dello ''spendiamo, spendiamo''. Ha atteso due anni ad ammettere che eravamo in crisi anche noi. Tutto cio' si paga e paghiamo anche le sue promesse di ridurre annualmente di 50 miliardi il debito pubblico. Il risultato é ''tante imposte,economia in sfacelo, conseguente povertà diffusa'' Padoa Schioppa fu vituperato perché mirava all'avanzo primario pere ridurre il debito. B. se lo mangio' (l'avanzo primario) in due mesi e disse che non c'era. Ora la protesta puo' avvenire da qualsiasi fonte, ma non da Berlusconi, il vero responsabile

    Report

    Rispondi

  • miozzapie

    10 Dicembre 2013 - 10:10

    Prima di tutto vorrei chiarire che la tassazione in genere e generale non è al 44%ma con tutte le tasse e le tassettine viene calcolata al 75%,Provate a controllare bene, prendiamo un esempio: Su una polizza RCA al fondo paghi un'importo proporzionale al costo della polizza che va alle ASL come fondo contributo nazionale Ecco ne ho portato uno, ma dove vanno tutti questi soldi? , ma il rapporto tasse si carica anche di questa somma , poi altre che sono nelle pieghe della burocrazia .Che sommate a quelle direttamente prelevate sia assommano in percentuale, conteggiate e vedrete che è cosi.Non solo ma se fossi in America, potrei essere assistito da u pool di avvocati per denunciare e chiedere i danni a M.Monti per il prelievo forzoso sui conti correnti e titoli.DIfatti questo stronzo Bocconiano toglie a coloro che hanno un conto C/C o dei titoli a risparmio,dico (a risparmio) una percentuale che va da 300 a 8oo E sugli importi impiegati.Cé da precisare che quei soldi sono il frutto

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    06 Dicembre 2013 - 18:06

    ma caro articolista, la manovra economica del delinquente abituale non la mettete nel conto? ricordi, quella da 145 miliaradi di euro.... quella con aumenti di tasse, iva e tagi indiscriminati...? per non parlare che Monti è stato appoggiato da voi... finché non aveva intenzione di toccare le provincie e la legge elettorale, quella schifezza chiamata porcellum!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog