Cerca

Euroflop

Rating, l'Europa perde la tripla "A"

L'agenzia americana Standard&Poors, declassa l'Unione: ora il rating è "AA+"

Rating, l'Europa perde la tripla "A"

L'agenzia di rating americana Standard & Poor's ha tolto la tripla A al rating a lungo termine dell’Unione europea, declassandolo ad 'AA+'. Confermato il rating a breve e l’outlook resta stabile. "La nostra valutazione - scrive S&P - è che l'attendibilità complessiva di credito dei 28 paesi dell’Unione europea si è abbassata". Dal gennaio 2012 la tripla A dell’Ue era in outlook negativo. Nel frattempo l’agenzia ha abbassato i rating di Francia, Italia, Spagna, Malta, Olanda e Cipro. S&P cita in particolare lo scontro sul bilancio Ue: "I negoziati sono diventati più controversi, segnalando quello che consideriamo un maggior rischio per il supporto dell’Unione europea da parte di alcuni stati membri". L'agenzia  sottolinea anche la progressiva riduzione dei membri con rating a tripla A, che  oggi pesano solo per il 31,6% delle entrate totali del bilancio Ue (una quota quasi dimezzata rispetto al 2007). L’agenzia giudica comunque "remota" la possibilità che l’Ue non riesca ad avere più accesso ai mercati per rifinanziari i prestiti in corso. Da bruxelles è arrivata la replica del presidente della Commissione europea, Jose Manuel Barroso: "L’Unione europea è una   istituzione finanzia estremamente credibile. Non conosco molte istituzioni che hanno zero deficit e zero debito", ha spiegato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Giumaz

    21 Dicembre 2013 - 10:10

    La conferma alle affermazioni del professor Cipolla, autore del libro, viene quotidianamente dagli "autorevoli" componenti della Commessione Europea e loro sodali. Quando si capità che questa "europa" è il problema, e non la soluzione, sarà troppo tardi.

    Report

    Rispondi

blog