Cerca

Sprangate fiscali

Letta ha bisogno di soldi
Nessun rinvio per Imu e Tares

Bocciata la proposta di spostare a metà febbraio il pagamento delle imposte su casa e rifiuti. Rafforzati gli sportelli a disposizione dei contribuenti

Enrico Letta e Fabrizio Saccomanni

Enrico Letta e Fabrizio Saccomanni

Di rinvio in rinvio (Tares), di pasticcio in pasticcio (mini Imu), oggi sarà l’ultimo giorno per saldare al fisco la mini tassa sulla prima casa (mini Imu in quasi 2.500 comuni), e l’addizionale statale al metro cubo (0,30 centesimi) sull’imposta per i rifiuti. Inutili, fino a ieri notte, tutti gli appelli e le ripetute indiscrezioni che circolavano su un rinvio, una proroga. Al Tesoro nonne hanno voluto sapere e neppure i sindaci che con l’incasso dei balzelli (relativi al 2013) dovrebbero riuscire a mettere in sicurezza i conti. Quantomeno a puntellarli. Non a caso la Confedilizia battezza la giornata di oggi come «la giornata della vergogna». Stigmatizzando «l’assurdo rito al quale sono stati costretti nove milioni di italiani per pagare la mini-Imu e cioè un’imposta inventata dalla pretesa furbizia di amministratori comunali a caccia di soldi». Il presidente della Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, non perdona a governo e sindaci quella che definisce «la gravosità della tassazione immobiliare con innumerevoli difficoltà e adempimenti». Il paradosso, sottolinea l’associazione dei proprietari, «è che non è neanche finita». Proprio oggi il Consiglio dei ministri  potrebbe decidere «un’ulteriore maggiorazione delle imposte immobiliari rispetto a quelle stabilite da una legge in vigore da poco più di venti giorni». (...)

 

Continua a leggere l'approfondimento di Antonio Castro
su Libero in edicola oggi venerdì 24 gennaio

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fraferra

    29 Gennaio 2014 - 16:04

    Quanto spreca Roma Ladrona???? MILIARDIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    24 Gennaio 2014 - 18:06

    ma tu, li leggi i giornali? non questo, parlo di altri. La Stampa di oggi, dati Equitalia: Soggetti denunciati nel 2013 12.726; evasori totali scoperti 8.315; valuta sequestrata alle frontiere 258 milioni di euro

    Report

    Rispondi

  • abbe81

    24 Gennaio 2014 - 18:06

    il solito ritornello per distogliere gli occhi dei pecoroni dal vero problema italiano...cioe' gli incredibili sperperi dello Stato italiano. La maggior parte dell' evasione la fanno i cittadini comuni, dal dentista, in negozio ecc...il problema e' che il cittadino comune quello che "risparmia" dal dentista lo spende poi da altra parte e cio' significa che i soldi allo Stato prima o poi arrivano comunque. Parliamo invece delle ruberie dello Stato...quelle dove vanno a finire??? Pensate solo alla Rai e Mediaset...le seconda che vive di sola pubblicita' e' in attivo mentre la prima che oltre alla pubblicita' ci ruba anche il canone ha un buco di bilancio assurdo...come mai?? colpa di noi evasori anche qua?? se consideriamo che lo Stato e' organizzato come la Rai ma ancora piu' in grande qual e' il vero problema in Italia?? e ovviamente di tagliare non se ne parla...

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    24 Gennaio 2014 - 18:06

    Questo governo è in carica dall'Aprile scorso. Mi sembra poco probabile che abbia le responsabilità dei suicidi: chi arriva a fare questo, è da un bel po' di anni che vive una situazione di crisi. Pisquano

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog