Cerca

Pil italiano ancora in discesa

-6% per il secondo trimestre

Pil italiano ancora in discesa
 Il Pil italiano arretra del 6% su base annua anche nel secondo trimestre del 2009. La stessa flessione del trimestre precedente, quando ha segnato il dato più negativo dal 1980, anno d'inizio della serie storica. A cominciarlo è l'Istat, spiegando che ad aprile-giugno il Pil (corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato) è diminuito del 6% rispetto allo stesso periodo del 2008.

Rispetto ai primi tre mesi del 2009 invece - aggiunge l'istituto di statistica - il Pil è calato dello 0,5%, un dato migliore del -2,7% congiunturale del primo trimestre (cifra rivista al ribasso dal -2,6% indicato a giugno). I dati diffusi oggi, precisa l'Istat, sono una stima preliminare, mentre quelli definitivi saranno resi noti il 10 settembre con i Conti economici trimestrali. Dopo i dati sull'andamento del Pil nei primi due trimestri dell'anno, la crescita "acquisita" per il 2009 diventa negativa del 5,1 per cento. La crescita acquisita, aggiunge l'istituto di statistica, è quella che si otterrebbe a fine anno «con una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri». Nel Dpef, invece, il governo ha previsto per il 2009 un calo del prodotto interno lordo pari a -5,2 per cento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marino43

    07 Agosto 2009 - 12:12

    Ricordate la sparata di Berlusconi di qualche settimana fa??.. "Ma ogni giorno sento dire da improvvisati catastrofisti...e -5% di pil di qua e - 5% di pil di la...è solo psicologia la crisi!!!...gli industriali devono evitare di fare inserzioni pubblicitarie sui media che fanno catastrofismo!"" Spero che gli industriali ora facciano sentire davvero la loro voce..e la classe operaia ( se esiste ancora!!) faccia lo stesso..altro che andare al mare!!!

    Report

    Rispondi

blog