Cerca

La finanza arriva sul cellulare

E ti porti la banca in casa

La finanza arriva sul cellulare

Arriva Nokia Money, un nuovo servizio finanziario in mobilità che offre accesso alle operazioni finanziarie di base (transazioni e acquisti) attraverso il telefono cellulare. L'utente potrà inviare denaro ad un'altra persona utilizzando semplicemente il proprio numero di cellulare, oppure pagare prodotti, servizi e bollette, oltre a poter ricaricare la propria scheda SIM prepagata (SIM top-up). I servizi saranno accessibili 24 ore su 24, da qualunque luogo, consentendo di evitare spostamenti con un conseguente risparmio di costi e di tempo. Nokia inoltre sta sviluppando un'ampia rete di agenti Nokia Money presso cui gli utenti potranno depositare o prelevare denaro dal proprio conto. “Riteniamo che i servizi finanziari in mobilità offrano un'opportunità di mercato con un potenziale di crescita a lungo termine. In molti Paesi il numero di telefoni cellulari supera notevolmente quello dei conti bancari, un dato che evidenzia come molti utenti di telefonia mobile abbiano accesso limitato, se non nullo, ai servizi finanziari di base. Con oltre 4 miliardi di utenti di telefonia cellulare e solo 1,6 miliardi di conti bancari, la richiesta mondiale di servizi finanziari rappresenta una concreta opportunità per associare i dispositivi mobili a servizi finanziari semplici ma efficaci come Nokia Money”, ha affermato Mary McDowell, EVP e Chief Development Officer Nokia. I pagamenti in mobilità saranno il passo successivo nell'offerta di servizi finanziari a centinaia di milioni di persone che, sia nelle aree urbane che in quelle rurali, non hanno accesso agli strumenti di pagamento esistenti, in particolare nelle economie emergenti.

Nuove sfide- Un’altra battaglia impegnativa per il colosso finlandese che, già la scorsa settimana, aveva annunciato la sua discesa in campo nell’agone dei netbook. L’entrata di Nokia nel settore degli ‘ultraportatili’ ha fatto, infatti, tremare i ‘veterani’ del settore come Asus, Acer, HP, Sony e Dell ma anche i concorrenti storici dei finnici come Samsung e Lg. Una scelta comprensibile quella di Nokia, visto che, secondo una ricerca della società ldc, il mercato dei netbook è pronto a impennarsi del 127%, rispetto al 2008. L’ingresso è previsto nel corso dell’autunno con un primo modello, chiamato Nokia Booklet 3G che avrà in dotazione il processore Atom di Intel e girerà con il sistema operativo di Windows. Il nuovo dispositivo avrà un peso di 1,25 Kg e uno schermo da 10 pollici. Il suo punto di forza sarà l’autonomia della batteria:12 ore di operatività garantite. Al momento restano ignoti sia la data di lancio che il prezzo che, molto probabilmente, saranno rivelati in occasione dell’apertura del Nokia World, prevista per il 2 settembre.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog