Cerca

Letta: la nuova finanziaria

è una rivoluzione

Letta: la nuova finanziaria
“Una grande novità, forse una rivoluzione che si deve a Giulio Tremonti”: le parole sono quelle di Gianni Letta, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, mentre nella conferenza stampa di questa mattina ha presentato la manovra economica. “Ogni anno si parla della necessità della riforma della finanziaria e della legge di bilancio, quest’anno un passo serio verso la riforma del nostro sistema si è fatto”.
Una manovra rivoluzionaria illustrata nei suoi punti più importanti dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti. La finanziaria verrà approvata entro settembre, ha assicurato e l’anticipo, fatto con una prospettiva triennale, è stato, a detta di Tremonti, “oltre che strategico nella logica europea, anche saggio per il nostro Paese”.
I soldi derivati dalla Robin Tax sono serviti per “evitare ulteriori riduzioni della spesa sociale: i quattro miliardi di maggiori imposte da quel settore saranno utilizzati per risparmiare tagli in settori sociali per noi meritevoli. La carta sociale, continua il ministro, “sarà finanziata oltre che da fondi pubblici anche da contributi del settore privato e in più con sconti che verranno dal settore del commercio”.
Impegno per il 2011 è il pareggio di bilancio: “La Repubblica italiana si è impegnata al pareggio: è un impegno che la Repubblica italiana intende rispettare. E poi una promessa: il piano case del governo prevede la realizzazione di 20mila nuovi alloggi per il 2009: “Prevediamo di partire già dal prossimo anno con 20mila nuovi alloggi con il modello delle social houses”.
Riguardo agli altri impegni con l’Unione europea, Tremonti ha affermato che “abbiamo già realizzato per due terzi l’agenda di Lisbona. Ci resta da completare per un terzo e il nostro obiettivo è ottenere quanto prima l’approvazione di quest’ultimo terzo dal Parlamento. Possiamo dire che con questo provvedimento siamo il Paese che più di tutti ha realizzato l'agenda di Lisbona”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog