Cerca

Murdoch stoppa Google

“Parassita e ladro di notizie”

Murdoch stoppa Google
Il magnate australiano Rupert Murdoch potrebbe presto mettere in atto una nuova strategia aggressiva per tutelare i contenuti online della galassia News Corp, che include anche le testate giornalistiche ‘Wall Street Journal’,  ‘Times’ e ‘Sun’, bloccando le ricerche di notizie effettuate con  il motore di ricerca Google. Murdoch, nel corso di un'intervista a Sky News Australia, ha spiegato che potrebbe prendere in considerazione una manovra di questo genere una volta che saranno avviati i piani per fare pagare agli utenti i contenuti web di NewsCorp. È questo l'ultimo atto di un braccio di ferro che si trascina da mesi: il numero uno di News Corp ha più volte accusato Google di essere “parassita e ladro di notizie” appunto per avere incluso i contenuti del colosso dei media nel servizio Google News. “Penso che lo faremo, lo facciamo già con il Wall Street Journal. Si può leggere il primo paragrafo, ma chi vuole la storia intera deve abbonarsi”, ha detto Murdoch, contrario all'idea che i motori di ricerca si appellino alla regola del cosiddetto “fair use”, utilizzo ragionevole, un argomento a cui spesso i portali fanno riferimento nelle dispute legali sulla riproduzione di notizie online. L'atteggiamento di Murdoch nei confronti di Internet si è inasprita nel corso dell'estate, quando ha annunciato l'intenzione di fare pagare i contenuti entro l'anno prossimo, anche se, sulla scia delle forti critiche ricevute, la scadenza potrebbe essere posticipata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog