Cerca

Tasse, giù irap, irpef e ires

Sconti anche alle famiglie

Tasse, giù irap, irpef e ires
 Giù Irap, irpef e ires grazie ai soldi recuperati con lo scudo fiscale. Il Consiglio dei ministri ha approvato infatti  il decreto legge per la riduzione degli acconti Ires, Irap e Irpef per un totale di circa 3,5 miliardi di euro. Lo riferisce il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta.

Il provvedimento introduce l'intervento sull'Irpef per le piccole e medie imprese individuali e le società di persone (3,3 milioni di imprese), che lo scorso anno avevano lamentato l'esclusione. La riduzione degli acconti fiscali, però, non riguarda solo le società. Nel testo sarebbe previsto anche un calo dell'acconto per l'Irpef che riguarda le famiglie.

Il taglio degli acconti assume tecnicamente la forma di un differimento e i minori importi pagati nel 2009 saranno recuperati nel 2010 con il pagamento del saldo. In base allo schema dei versamenti, le imprese avrebbero dovuto pagare entro il 30 novembre il 60% dell'imposta, dopo aver versato a luglio il 40%. La manovra è a invarianza di saldo perché le minori entrate saranno coperte dal gettito dello scudo fiscale, che secondo il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, dovrebbe fruttare tra i 3 i 4 miliardi complessivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gabrilella

    13 Novembre 2009 - 13:01

    che preferiscono un governo che gli aumenti le tasse e poi per fare vedere quanto sono bravi fanno loro un piccolo regalo per natale detassando la tredicesima solo per pochi, anzi per pochissimi.

    Report

    Rispondi

  • uycas

    13 Novembre 2009 - 10:10

    guardate che lo scudo fiscale è una scommessa che fanno il governo e l'agenzia delle entrate su un'ipotesi di somme che rientrano nel territorio italiano, determinato da presunto denaro sottratto. Avrei visto meglio una sorta di concordato preventivo per tutti i contribuenti. LA riemersione di molto denaro in nero che circola. Volendo con l'attuale informatizzazione di potrebbe combattere l'evasione fiscale e recuperare denaro, ma il governo ha fatto saltare gli strumenti per farlo, registri fornitori e clienti, limitazione del denaro contante, assegni non trasferibili.

    Report

    Rispondi

  • uycas

    13 Novembre 2009 - 08:08

    è il solito spottone dell'ormai calante governo! Do lo zuccherino ai contribuenti per poi dare una polpetta avvelenata al momento della dichiarazione dei redditti. Avranno detto, diamo il contentino in vista delle regionali per poi fregarli. Basterebbe tagliare i fondi alla politica sprecona: i vari vitalizi, i finanziamenti ai partiti, ridurre le pensioni d'oro ed i cumuli, e soprattutto gli sprechi. Facendo così il governo guadagnerebbe i voti delle persone perbene e perderebbe quello dei vari intrallazzatori ed ex boiardi di stato.

    Report

    Rispondi

  • doctorm2

    13 Novembre 2009 - 08:08

    Se questa è la riduzione fiscale, vuol dire che il Governo sta bellamente prendendo in giro le persone. Si desidera onestà, coraggio, certezza, non prese per i fondelli, grazie .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti