Cerca

Termini Imerese, Marchionne

si scontra con Scajola

Termini Imerese, Marchionne
È scontro aperto tra l'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, e il ministro Scajola.
Al ministro che giudicava "una follia" l'eventuale chiusura dello stabilimento di Termini Imerese (con proteste e scioperi in atto dall'11 ottobre da parte degli operai in cassa integrazione), Marchionne risponde che «per esperienza mia personale prima di usare un linguaggio pesante come "follia" uno dovrebbe capire i dati». Per poi aggiungere: «se uno poi li capisce magari tira conclusioni diverse». L'ad di Fiat comunque aspetta il primo dicembre, giorno previsto per l'incontro ufficiale con Scajola, prima di aggiungere altro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • forzadoria

    26 Novembre 2009 - 10:10

    Premesso che, ovviamente, esprimo la mia completa solidarietà agli operai di Termini Imerese, non si può non sottolinare l'ennesima brutta figura del ministro Scajola, uno che parla spesso ma raramente a proposito. E' lui che aveva dato del rompicoglioni a Marco Biagi, togliendogli la scorta; ed è lui che, all'inizio di quest'anno, aveva previsto per le famiglie italiane un risparmio fantascientifico grazie al calo del prezzo del petrolio. Ora si fa dare dell'incompetente da Marchionne. Speriamo che Berlusconi lo premi adeguatamente.

    Report

    Rispondi

blog